Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 16 marzo 2016

INIZIATO IL CORSO DELLA LEGALITA'

Borgaro - Iniziato il Corso della Legalità alla scuola media “Carlo Levi” in progetto in rete organizzato da Parole e Musica onlus in collaborazione dell’I.C. di Borgaro e il patrocinio dell’amministrazione borgarese.
(Dario De Vecchis)

L'assessore alla P.I. Marcella Maurin
interviene all'apertura del Corso per la Legalità 2016
Piantumazione Albero Caccia in via Italia 23 maggio 2015
Sindaco Gambino e allievi scuola media Carlo Levi 
E’ iniziato in questa mattina nevosa del 16 marzo il Corso della Legalità rivolto agli allievi delle prime e seconde classi della scuola media “Carlo Levi” di Borgaro T.se che l’associazione Parole e Musica onlus ha proposto  alla scuola media “Carlo Levi” di Borgaro T.se per l’anno scolastico 2015/2016 come già fatto nell’a.s. 2014/2015.
L’organizzazione è curata, come nella passata esperienza, dall’associazione borgarese con la collaborazione di Libera Piemonte, che mette in campo i suoi educatori, in questo caso un'altra borgarese Silene Crova con l’altra educatrice Simona a titolo gratuito come va sottolineato. Questo corso della Legalità vede anche la collaborazione fattiva dell’amministrazione comunale nelle persone dell’assessore alla P.I. Marcella Maurin, che è intervenuta questa mattina alla prima delle tre lezioni che si sono svolte, e del presidente del consiglio comunale Maria Mainini in alcuni momenti e interventi organizzativi messi in programma.
Il corso si propone di infondere nei giovani allievi i temi della cultura alla legalità attraverso l’incontro con testimoni, associazioni locali e la strutture educative primaria educativa nel territorio la scuola per infondere l’impegno su questi temi soprattutto verso le nuove generazioni sull’esempio di altri progetti messi in campo in altre realtà limitrofe.

Il corso che viene proposto si divide in tre appuntamenti: dopo questo del 16 marzo, il secondo appuntamento il 7 aprile con la presenza della professoressa Paola Caccia, figlia del procuratore Bruno Caccia, che porterà la propria esperienza e testimonianza umana ed educativa. Il terzo appuntamento sarà quello conclusivo come lo scorso anno quello della cerimonia all’Albero Caccia, l’albero della Legalità presente in via Italia, il 23 maggio con protagonisti gli allievi della scuola che hanno partecipano al corso della Legalità con la lettura dei loro pensieri sul tema della lotta alle mafie e per la legalità e deposizione intorno all’albero.