Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 30 aprile 2016

Borgaro, Consiglio lampo sul Bilancio 2015

Seduta lampo del Consiglio comunale, quella di venerdì 29. In approvazione il bilancio consuntivo del 2015. Poche le sorprese, com’era logico immaginare, e poche anche le discussioni. Il dato più significativo è stato quello evidenziato prima dall’assessore Gigi Casotti e poi dal sindaco Gambino: il conto economico del 2015 chiude con un paio di milioni di euro di avanzo di amministrazione. «Con buona pace - ha commentato il sindaco - di chi diceva che il nostro bilancio era disastrato. Abbiamo anche qualche idea su come spendere parte di questa somma: quando avremo deciso, vi diremo come sarà impiegata». Dal fronte delle opposizioni non sono mancate le critiche. Più che per i numeri in sé, per la modalità. Vale a dire per il fatto che il tempo per consultare tutta la documentazione, centinaia e centinaia di pagine, è stato troppo poco. E che parte dei fogli inviati via mail, dopo che il malloppo era stato diligentemente scannerizzato, risultava illeggibile: difficile, quindi, poter entrare nel merito dei numeri: «Specialmente per chi, come noi, a differenza dell’assessore competente, ha difficoltà a muoversi tra codici e numeri», hanno ribadito dai banchi dell’opposizione.
Una posizione che, almeno a prima vista, sembrava aver trovato un prezioso alleato tra i banchi della maggioranza: l’ex sindaco Vincenzo Barrea. «Visto che questo Comune ha qualche soldo da parte, propongo che vengano acquistate delle chiavette in modo che tutti i documenti più corposi possano essere consegnati integralmente alle opposizioni in tempo utile - ha sottolineato Barrea, preparandosi il terreno per dare, com’è ormai costume, la stoccata ai gruppi di opposizione - In questo modo sono certo che, nei prossimi Consigli, sapranno entrare nel merito degli argomenti».