Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 21 aprile 2016

Una pièce sulla Resistenza, Ia proposta per il 25 aprile del laboratorio teatrale del CDM

Borgaro - I ragazzi del laboratorio teatrale del CDM condotto da Marta Di Giulio alla manifestazione del 25 aprile proporranno brani da loro elaborati per una pièce sulla Resistenza dal forte impatto storico, educativo ed emozionale.

Nell’ambito delle celebrazione del 25 aprile a Borgaro la bella novità che viene proposta da parte del CDM è organizzata materialmente da Marta Di Giulio, formatrice teatrale con un suo ricco bagaglio professionale, che ha creato una performance sul tema della Resistenza insieme ai ragazzi che seguono i suoi corsi nel centro di didattica musicale di Cascina Nuova “che  daranno durante la cerimonia un breve assaggio del lavoro che verrà presentato integralmente a giugno durante i saggi di fine corso del CDM” ci ha ricordato  la Di Giulio durante l’ intervista concessa. Questo lavoro teatrale è il risultato della raccolta dati e dei contatti svolti anche dalla segretaria del CDM Eleonora Prataviera con  alcuni partigiani di Borgaro e Torino grazie anche all’ANPI.  Un lavoro teatrale quindi elaborato con dati sul campo ma non solo nell’intervista alla maestra abbiamo riscontrato la consapevolezza di scavare e recuperare le radici storiche abbinandole ad un serio lavoro antropologico data la presenza in questo progetto di ragazzi che hanno solamente tra i 10 e i 14 anni. “Questi ragazzi hanno fatto interviste ai partigiani partendo da domande semplici e che riguardavano il periodo della loro età : come era la scuola, come erano i rapporti tra maschi e femmine, quale musica ascoltavano, come  hanno vissuto la guerra fino ad arrivare a domande più complesse sui protagonisti di quel periodo storico”.
Un importante lavoro quindi di conoscenza che ha avuto un altro pilastro proprio nella ricerca da parte della Di Giulio di comprendere fino a che punto i ragazzi dei suoi corsi sapevano sul fenomeno della Resistenza “già inizialmente ho posto la domanda: cos’è la Resistenza? Ho cercato di capire che cosa significava questa parola per questi ragazzi cosa gli fosse stato tramandato dai loro nonni o genitori o dal mondo che li circonda e alla fine del percorso di conoscenza. Ho riposto la stessa domanda e chiesto a loro di scrivere delle frasi, dei messaggi da poter leggere, trasmettere agli spettatori che assisteranno allo spettacolo”.
Un progetto di forte valenza educativa quindi che si abbina  ad un altro progetto che Marta Di Giulio porta avanti: un copione teatrale sulla Resistenza dedicato ai ragazzi. La curiosità di vedere all’opera questi ragazzi nella mattinata del 25 aprile è tanta e quindi l’appuntamento è per le 10,30 davanti al monumento alla Resistenza in via Martiri contando che questo vero e proprio esperimento proposto dal CDM possa svilupparsi e magari toccare altri temi e aspetti storici o contemporanei. (Dario De Vecchis)