Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 29 aprile 2016

Caselle, colazione a scuola contro la distrazione

A scuola, troppo spesso arrivano affamati, con difficoltà a relazionarsi e scarsa capacità di concentrazione. Secondo l'indagine (effettuata nell'ambito del progetto "Profili di salute") compiuta dall'Istituto Comprensivo di Caselle, almeno un terzo degli studenti va a scuola a stomaco vuoto. Da qui nasce l’iniziativa che prenderà avvio nelle prossime settimane della colazione a scuola. “Tutte le classi a rotazione – spiega la vulcanica dirigente scolastica Loredana Meuti –  dedicheranno i primi dieci minuti dell’orario scolastico alla colazione. Vogliamo dimostrare ai nostri ragazzi e ai loro genitori, che sono invitati a partecipare, che per una colazione sana bastano pochi minuti per avere benefici per tutta la mattinata. Invece, molti dei nostri ragazzi arrivano senza aver messo nulla nello stomaco, hanno i crampi, sono irritabili e disattenti”.
Dagli studi effettuati dagli esperti, gli effetti dell'arrivare a scuola affamati sono preoccupanti: i bambini affamati sono meno performanti in classe, fanno più fatica a concentrarsi e nella maggior parte dei casi non riescono neppure  a contribuire attivamente al lavoro di classe. Mentre al contrario i bambini che fanno la prima colazione  ottengono punteggi più alti su diverse prove eurocognitive per valutare attenzione, memoria e velocità di elaborazione dei concetti. Per questo l'iniziativa dell'Istituto casellese attento  ai problemi della salute e dell'alimentazione dei suoi studenti (grazie ai progetti da tempo messi in campo) assume un valore particolarmente importante.
La scuola primaria "Rodari" uno dei plessi dell'Istituto Comprensivo casellese