Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

martedì 26 aprile 2016

Caselle, la Commissione pari opportunità si presenta

Sabato 23 aprile si è tenuta, presso la Sala del Consiglio Comunale a Palazzo Mosca, la conferenza stampa di presentazione della nuova Commissione Pari Opportunità. Due giorni dopo la prima riunione, la Commissione si è quindi presentata alla cittadinanza alla presenza dell’assessora competente Angela Grimaldi, della sua omologa regionale Monica Cerutti e del sindaco Luca Baracco. Sette i componenti nominati (a seguito di selezione su presentazione dei curricula) dal primo cittadino: Loredana Bagnato (eletta presidente della Commissione), Paola Conterio, Cristina Damiano e Mirko Trombetta per la maggioranza consiliare; Raffaella Violino, Giusi Chieregatti e Massimo Rizzi per le minoranze.
Caselle torna quindi ad avere una Commissione ad hoc dopo lo scioglimento della precedente, come spiegato nel discorso introduttivo da Baracco: «Ringrazio la precedente Commissione per il lavoro e do il benvenuto alla neonata, ma non nuova, qui presente. Non nuova in quanto organo già previsto ed esistente nelle precedenti legislature ed anche in questa. Però oltre a rinnovarne i componenti, si è deciso, di comune accordo, di rinnovarne anche i contenuti: non ci si occuperà più “solo” di parità uomo-donna, ma anche di disabilità, omofobia, cultura, scuola. Un programma forse ambizioso, ma si è deciso, dopo discussioni, di accettare la sfida alzando il tiro. Altra novità, la nomina di consulenti esterni che aiutino nelle varie materie». Per la Cerutti: «La discussione è un segnale di volontà nel voler far funzionare la Commissione: segno che non si vuole solo istituirla per le velleità di qualcuna». L’assessora regionale segnala che: «Il Piemonte, con legge regionale n.5 del 2016 si è posta all’avanguardia nella lotta contro tutte le discriminazioni. È una legge-quadro, un punto di partenza». Anche la Grimaldi ringrazia la precedente Commissione che: «Ha lavorato bene, nonostante le difficoltà, soprattutto d’organico. La novità saranno i consulenti, invitati permanenti ai lavori con specializzazioni sui vari argomenti, per aiutarci dove noi non arriviamo. Magari non riusciremo a dare sempre le risposte ai cittadini, ma almeno dobbiamo indicargli la strada da percorrere». L’assessora ha poi chiuso affermando che: «Dovremo spogliarci delle nostre identità politiche per metterci al servizio del cittadino» ed ha invitato i casellesi stessi a partecipare alle riunioni della Commissione per portare idee e suggerimenti. Ha chiuso la conferenza la presidente Bagnato sottolineando che: «I diritti sono tutti intrecciati e correlati, quindi non si possono suddividere in ambiti». (ic)

.