Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

martedì 31 maggio 2016

Caselle in lutto per Massimiliano Resta

Massimiliano Resta
Si svolgeranno domani, mercoledì 1° giugno, dalle 11, presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, i funerali di Massimiliano Resta, 38 anni, scomparso venerdì scorso a causa di un tragico incidente. Massimiliano, dipendente Aviapartner, stava tornando a casa, a Brandizzo, al termine del suo orario di lavoro. Attorno alle 18, mentre percorreva la circonvallazione di Verolengo con il suo scooterone, all'altezza dello svincolo di frazione Benne ha perso il controllo del mezzo, forse per aver urtato accidentalmente il cordolo che delimita la carreggiata. Resta è stato sbalzato a terra, e nell'urto ha perso il casco. Alcuni automobilisti di passaggio hanno immediatamente chiamato i soccorsi, ma per lui non c'è stato nulla da fare. Sia i volontari del 118, sia gli operatori dell'elisoccorso, non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. Il compito di effettuare i rilievi del caso è andato alla polizia stradale di Chivasso.

Nonostante il maltempo, “Motocross Freestyle e Mototerapia” si è tenuto ugualmente in Piazza Falcone

Purtroppo anche la manifestazione di Piazza Falcone “Motocross Freestyle e Mototerapia“, organizzata dall’Amministrazione Comunale casellese con l’Associazione Stella Polare Onlus, è stata, parzialmente, rovinata domenica scorsa dal maltempo, come spiegato dall’Assessora allo Sport ed alle Pari Opportunità Angela Grimaldi: “L’evento è andato comunque a buon fine, nonostante il tempo al mattino ha reso impossibile la presenza dei motoclub. Vanni Oddera ha tenuto i giri di mototerapia per ben tre volte, visto che, nel corso della giornata, i ragazzi che ne hanno fatto richiesta sono via via aumentati. Vorrei ringraziare i numerosi sponsor che hanno contribuito a rendere possibile la manifestazione. Un ringraziamento speciale a Massimo D’Agostino, appassionato motociclista freestyle del gruppo Daboot che ha collaborato volontariamente a tutte le fasi dei preparativi. I ragazzi diversamente abili erano in estasi, bastava vedere i loro visi: per la prima volta hanno provato l’ebbrezza delle due ruote, condividendola con dei campioni, come sottolineato anche dal presidente della Stella Polare Antonio Lo Muscio”.
Spettacolari le esibizioni di Vanni Oddera, Carlo Caresana e Jannik Anzola che hanno fatto sognare le circa mille persone intervenute nella piazza, compensando così anche l’assenza del previsto raduno dei motoclub della Harley Davidson e della Vespa.
Ospite d’eccezione Ilaria Naef, diversamente abile ligure che con le evoluzioni sulla sua carrozzina si è classificata terza ai recenti campionati mondiali di categoria WCMX. Il grande Valentino Rossi ha inviato molti suoi gadgets autografati per i ragazzi.
Durante le pause tra gli spettacoli, si sono esibite le auto tuning ed il cantante casellese Marco Esse. Un evento nuovo, per Caselle, e riuscito quindi, nonostante le bizze meteorologiche. (Ivan Cuconato)




Mappano, pietre colorate per non dimenticare



Pietre colorate lungo il viale del consorzio per non dimenticare chi per la legalità, la pace, l'uguaglianza e la democrazia ha speso e in alcuni sacrificato  la propria vita. Da Giovanni Falcone a Lea Garofalo, passando per Peppino Impastato, Nelson Mandela e Gandhi. A decidere a chi dedicare le pietre i ragazzi della scuola media dell'Istituto Comprensivo "Giovanni Falcone" su proposta del Cim. Questa mattina i ragazzi, coordinati dalle loro insegnanti e dalla dirigente scolastica, Lucrezia Russo, hanno inaugurato il buon cammino, quello che farà riflettere chiunque ci passerà sopra o accanto. E' un altro segno che rimane: prima la sala intitolata a Lea Garofalo, morta per mano della 'ndrangheta, poi l'albero della pace, il trenino della vita e le panchine dei diritti, oggi le pietre colorate. Segni non meramente formali, ma un vero e proprio percorso perchè rispettare le regole e combattere l'illegalità è basilare per una società civile e la "grande" scuola di Mappano questo lo sa bene dal momento che l'impegno in questa direzione è ormai pluriennale. Alla manifestazione hanno presenziato, invitando i ragazzi su questo cammino, il presidente della commissione cultura della Regione Piemonte, Daniele Valle, il sindaco di Caselle, Luca Baracco, l'assessore all'istruzione di Borgaro, Marcella Maurin e naturalmente il presidente del Cim, Valter Campioni, anima con la scuola, dell'iniziativa.













Caselle, per giustizia e per amore

Che la scuola di Caselle sia un'eccelenza, è un fatto noto. Che riesca a lanciare messaggi importanti anche attraverso il teatro è quasi una novità. Anche se già a novembre durante la "Giornata contro il femminicidio" è riuscita ad offrire un saggio imporatante. E, perfino all'incontro con Nando Dalla Chiesa, i ragazzi sono riusciti a strappare l'ammirazione, tutt'altro che scontata del professore, che proprio a loro ha voluto dedicare un articolo sul Fatto Quotidiano.
 Proprio al libro, "Poliziotta per amore" di Nando Dalla Chiesa si è ispirata venerdì scorso la rappresentazione delle classi 1A e 1C della scuola media di piazza resistenza, andata in scena sul palco di sala Cervi, sotto la supervisione delle insegnanti Biasutti e Morra e la magistrale regia di Roberto Montagna della compagnia teatrale Stilema. Eccezionali i ragazzi che hanno saputo trasmettere un messaggio non semplice emozionando non solo la loro dirigente scolastica, la vulcanica, Loredana Meuti, ma l'intera platea. Presenti anche il sindaco Luca Baracco e l'assessore alla cultura, Erica Santoro.











domenica 29 maggio 2016

Borgaro, il maltempo danneggia ma non interrompe la Festa dei Vicini al Parco Don Banche

Albero delle Idee
Una Festa dei Vicini che il comitato per la valorizzazione del Parco Don Banche&nbs ha voluto organizzare con testardaggine nel pomeriggio di sabato 28 maggio nonostante le condizioni atmosferiche non sono state favorevoli e nonostante le defezioni che poi ci sono state di altre associazioni che avevano aderito all’iniziativa con la sola esclusione del CDM che con il coro diretto dal maestro Franco Romanelli ha portato un momento di allegria con i loro canti e melodie.
La Festa voleva, nell’intento degli organizzatori, sviluppare la convivialità, rafforzare i legami di prossimità e di solidarietà, per lottare contro l’individualismo e l’isolamento, e costruire una città più vicina ai cittadini, più solidale e più fraterna e in parte ci è riuscita e per questo non ha deluso.
Una Festa dei vicini che comunque ha alimentato la convinzione negli organizzatori di voler continuare nella attività e  da appuntamento a Settembre con un'altra iniziativa di socializzazione e amicizia. (Dario De Vecchis)




Partecipanti Festa dei Vicini al Parco Don Banche 

Festa dei Vicini 

Il Coro del CDM


                     
Parco Don Banche partecipati Festa dei Vicini 


Partecipanti alla Festa dei Vicini




Il Coro del CDM


Partecipanti Festa dei Vicini