Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 15 maggio 2016

Mappano, intossicazione alimentare all'istituto Falcone

Luca Baracco
È senza ombra di dubbio intossicazione alimentare. I malesseri, nausea, vomito e diarrea, che tra il 4 e il 5 maggio hanno colpito 46 bambini (tre sono addirittura finiti in ospedale) e due insegnanti della scuola materna ed elementare dell’Istituto Comprensivo “Falcone sono stati causati da unenterotossina diarroica, generata dal bacillus cereus. Le analisi effettuate dall’Istituto Zooprofilattico di Torino, diretto da Maria Caramelli, non lasciano dubbi. A subire contaminazione da questo bacillo che vive e prolifera a temperatura ambiente, sono state le patate al forno, il pesto  per la pasta e il passato di verdure.
L’ASL ha prelevato gli alimenti campione (che vanno conservati per legge) serviti in quei giorni ed effettuato un sopralluogo alla Camst che in via Palazzetto a Mappano ha la sua cucina per la preparazione dei cibi.
Il menù di quei due giorni incriminati prevedeva: pasta in bianco o al pesto, passato di verdure, polpette di tacchino e manzo cotte, costine in umido, patate arrosto e budino. «Non ho ancora visto lesito delle analisi commenta Luca Baracco, sindaco di Caselle ma se queste indiscrezioni saranno confermate, metteremo in atto tutte le azioni necessarie previste dal capitolato dappalto». Compreso, secondo Claudio Gambino, primo cittadino di Borgaro, sanzioni amministrative e la rescissione del contratto. Ma la Camst, rischia molto di più, perché il reato contestato è penale. Il pm Vincenzo Pacileo attende solo la relazione dellASL per procedere.