Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 29 agosto 2016

Borgaro, tre ettari del Chico Mendes in fiamme

Tre ettari, se non di più (secondo le prime stime dei vigili del fuoco) del parco Chico Mendes sono andati in fiamme nel tardo pomeriggio di lunedì 29 agosto. Il rogo si è sviluppato nell'ultimo tratto del parco sito sul territorio borgarese, oltre la ferrovia, in prossimità degli ultimi pozzi dell'acquedotto, attorno alle 18. Sul luogo sono intervenuti i vigili del fuoco di Torino, che hanno faticato non poco per avere ragione delle fiamme: dopo un primo intervento, durato un paio d'ore, necessario per spegnere il rogo, i vigili hanno lasciato il "campo" ad un mezzo più piccolo, che è riuscito ad intruffolarsi nella boscaglia in modo da raggiungere anche gli ultimi focolai. A collaborare con i pompieri, anche gli agenti della polizia municipale borgarese. «Nelle prossime ore - spiega il vicesindaco Federica Burdisso, che si è recata sul luogo dell'incendio - verificheremo se gli appezzamenti interessati sono tutti comunali, o se in parte sono di proprietà privata, e poi vedremo come intervenire».






lunedì 8 agosto 2016

Caselle – Per combattere la Ludopatia dal 1 settembre nel territorio comunale casellese sarà vietato dalle 8.00 alle 13,0O giocare alle slot machine nei locali autorizzati. (Dario De Vecchis)

Un’ importante mossa è stata messa a segno dalla Giunta comunale del Comune di Caselle con l’ordinanza firmata dal sindaco Luca nei giorni scorsi dell’applicazione rispetto al gioco d’azzardo delle cosidette “limitazioni temporali” che sono prevista dalle Legge Regionale n° 9 per prevenire e contrastare il gioco d’azzardo patologico. Una norma regionale che in parte viene incontro a quello che è un vero problema sociale che in particolare in base all’art. 6 della legge 9 come si legge dall’ordinanza concede la possibilità ai comuni di porre disposizioni temporali all’esercizio del gioco tramite apparecchi per una durata non inferiore alle 3 ore durante l’orario di apertura previsto. “Ritenuto necessario, alla luce di quanto sopra, adottatare un provvedimento a tutela della comunità casellese, volto a limitare l’uso degli apparecchi automatici per il gioco d’azzardo lecito senza impedirne del tutto il loro utilizzo per non menomare la libertà d’impresa, fintanto che tale attività sarà annoverata tra quelle consentite dalla Legge” questo si sottolinea nell’ordinanza che dal 1 settembre impone che dalle “ ore 8 fino alle ore 13 di ogni giorno dell’anno solare compresi i festivi “ non si potrà giocare tenendo spenti gli apparecchi recando apposito avvisi nei locali autorizzati alla clientela sulle motivazioni del provvedimento. Se ciò non avverrà le multe per il mancato rispetto di queste limitazioni la sanzione amministrativa pecuniaria andrà dal 500 a 1500 euro per ogni apparecchio anche se i soggetti destinati alla sanzione possono ricorre al TA.R. entro 60 giorni. Per intanto registriamo un buon passo verso la battaglia contro la Ludopatia e loro vittime !

venerdì 5 agosto 2016

Borgaro – Il Pasticcio delle due Feste organizzate in contemporanea. Festa dei Parchi Borgaresi e Sagra della Patata nel fine settimana dell’11 Settembre! (Dalla Redazione)

Una coincidenza molto ghiotta quella che ci capita di avere sottomano visto che l’editore di Non Solo Contro è Parole e Musica onlus una delle associazioni promotrici della Festa dei Parchi Borgaresi che si svolge sabato 10 e domenica 11 settembre! La notizia non ci poteva scappare e non potevamo non farla notare visto su alcune pagine FaceBook gira l’annuncio che per il fine settimana del 9/10/11 settembre sempre a Borgaro è organizzata la "Sagra della Patata" organizzata dall’associazione Noteateatro in collaborazione o con il patrocinio del Comune di Borgaro che a sua volta ha patrocinato la Festa dei Parchi Borgaresi ! Che pasticcio e sconcerto certamente tra le associazioni che da due mesi lavorano alla Festa dei Parchi Borgaresi con incontri organizzati anche con gli amministratori comunali in primis il sindaco Claudio Gambino, al quale è stato sottoposto un programma e concordato obbiettivi  anche con richieste specifiche ricordate nella recente conferenza stampa del 21 luglio e svoltasi al parco Don Banche la struttura principe della Festa. Ora la notizia diventa una doccia fredda per l’evidente “ingorgo” da sbrogliare. Quello che non si comprende è come sia potuto accadere che l'Amministrazione Comunale conceda spazi pubblici per svolgere in contemporanea due feste senza accorgersene e senza segnalare ai promotori il problema di sovrapporre le iniziative a poche centinaia di metri di distanza. E’ anche certo che gli organizzatori hanno preso impegni e concordato i programmi ed un eventuale rinvio al fine settimana successivo potrebbe sovrapporsi già ad altre iniziative organizzate e promosse da altre associazioni locali che a loro volta risulterebbero danneggiate!  Non dimentichiamo poi le variabili meteo e il dato che l’ultimo fine settimana di Settembre è dedicato alla Festa Patronale ed è difficile al suo interno programmare iniziative! Se qualcuno pensava che a “Borgaro non succede mai niente” nel fine settimana che si conclude con domenica 11 settembre potrà  godere di una varietà di iniziative da far invidia a Torino e agli altri comuni confinanti! Certo che questa situazione è molto incresciosa e crediamo che entrambi gli organizzatori ne siano "vittime". Ci piacerebbe capire e conoscere per le associazioni coinvolte e per la cittadinanza come è avvenuto questo “pasticcio”. Forse è veramente arrivato il momento della chiarezza e chi ha sbagliato ci metta la faccia! (Dalla Redazione)

giovedì 4 agosto 2016

Caselle/Mappano, Arriva il car sharing


E' comodo, sicuro e soprattutto economico. E' il car sharing, un servizio di mobilità sostenibile che consente di utilizzare un'automobile su prenotazione prelevandola e riportandola al parcheggio. Un servizio finora adottato prevalentemente nelle grandi città che dal prossimo autunno sbarcherà anche a Caselle e Mappano. La determina del Comune è già pronta, manca solo la convenzione con GTT,  titolare di "Io guido" a Torino che con due auto parcheggiate, in via Roma a Caselle e dietroil Cim a Mappano fornirà per tre anni il servizio. "A costo quasi zero - spiega il consigliere PD, Filippo Elia che si sta occupando dell'iniziativa - perchè ci arriva un contributo di 12 mila 500 euro a fronte di una spesa di 15 mila euro ma di grandi vantaggi per i cittadini e lo stesso Comune che potrà utilizzare le auto a noleggio". Il funzionamento è semplice. Il progetto, promosso dal Ministero dell'Ambiente, prevede un servizio di auto in condivisione ed economico: con il car sharing, infatti,  si acquista solo l'uso dell'auto per il tempo che si desidera e per andare dove si vuole. L'utilizzo è facile. Basta iscriversi al sito e si riceve al proprio domicilio la tessera vcon cui prenotare 24 ore su 24 l'auto al parcheggio più vicino, precisando ora di partenza e di arrivo. E' conveniente. Basta andare sul sito "Io guido" per scoprirlo e scegliere l'auto che fa al caso di ciascuno.