Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 24 dicembre 2016

Borgaro – Il concerto di Natale delle Penne Nere della Fanfara Montenero un appuntamento musicale suonato con grande passione !

Il concerto di Natale della Fanfara degli Alpini “Montenero “ della sezione di Torino ha entusiasmato il pubblico presente ieri sera antivigilia di Natale nella chiesa dei SS Cosma e Damiano  sia per qualità che per la passione dimostrata. Diretta dal maresciallo Jimmy D’Introna la Fanfara ha proposto un repertorio di musiche vario e non solo le musiche della tradizioni alpina e che si rifanno al più popolare dei reparti dell’esercito del nostro territorio ma ha saputo spaziare in virtuosismi strumentali che hanno dato lustro alle capacità dei singoli musicisti presenti. La Montenero ha dato così conferma che le bande musicali che arrivano dalla tradizione dei corpi d’arma possono al di là delle loro ordinarie funzioni militari essere anche terreno musicale fertile, non a caso e lo portiamo ad esempio musicisti come Glenn Miller uno dei più valenti musicisti e compositori jazz del XX° secolo ha espresso le migliori composizioni musicali nel periodo della Seconda Guerra Mondiale. La Montenero segue quindi questa tradizione e lo ha espresso al meglio dalle musiche tradizionali come La Canzone del Grappa o La Montanara a brani del maestro Flavio Bar, Ambrosio Marini a godibili brani come “Italia 61”. Bravi ! Bravi anche gli organizzatori: la sezione dell’ ANA di Borgaro con il suo capogruppo Mario Petrini che ha ringraziato durante la serata il parroco Don Stefano Turi per l’ospitalità  e l’amministrazione comunale che ha dato il patrocinio alla serata presente con l’assessore al Bilancio Luigi Casotti. Grande entusiasmo per la serata è stato espresso dal presidente della Fanfara Sergio Milani e dal vice Claudio Colle. Entusiasmo e tanta passione come nel finale con la preghiera dell’Alpino recitata da Roberto Rossotto sulle musiche del Signore delle Cime. E’ stato un concerto di Natale suonato  in grigioverde e penne nere tutto da godere ! (Dario De Vecchis)