Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 6 febbraio 2017

Borgaro, l'ira dei 5 Stelle sul cyber bullismo

Bocciata, in Consiglio, la mozione del Movimento Cinque Stelle in tema di cyberbullismo. E i consiglieri pentastellati, Cinzia Tortola e Alessandro Carozza, proprio bene non l’hanno presa: «È incredibile come di fronte a  problematiche che hanno una rilevante importanza sociale si debba assistere all’indifferenza dichiarata da parte della nostra amministrazione che, al grido di “Siamo perfetti e ci abbiamo già pensiamo noi..” liquida respingendo, e senza nessuna spiegazione,  le mozioni da noi presentate recentemente in Consiglio comunale sul problema del cyberbullismo e sulla violenza alle donne. 
Sul cyberbullismo l’assessora Maurin ha persino rifiutato di aderire pubblicamente, come da noi richiesto, all’imminente giornata internazionale contro il bullismo a scuola, organizzata dal Miur per il 7 febbraio, in coincidenza con la Giornata Europea della Sicurezza in Rete. La sua risposta glaciale è stata: “Non reputiamo necessario farlo” - ribadiscono -  Da parte nostra riconosciamo l’impegno che la direzione didattica del comprensorio scolastico di Borgaro ha profuso su questo argomento, inserendo nell’offerta formativa dei propri alunni due progetti, ma forse servirebbe fare qualcosa in più. La nostra proposta era rivolta alla promozione di interventi articolati su questi  temi, con particolare attenzione al profilo della cultura delle pari opportunità e della diversità, nell'ottica di responsabilizzare i ragazzi anche nell'utilizzo di internet, nella sicurezza informatica e allo sviluppo delle competenze digitali, coinvolgendo le risorse presenti sul territorio (biblioteca, scuola, Punto giovani, associazioni culturali…) per proporre anche, e non solo, iniziative per la giornata internazionale sul bullismo per gli anni 2018 e 2019. 
La cosa che troviamo “scandalosa” è che la stessa mozione è stata presentata dal gruppo consiliare di M5S di Volpiano e approvata all’unanimità dalla maggioranza.
Insomma…. care amministrazioni dentro all’Unione del Net, vi mettete d’accordo fra di voi anche su queste delicate tematiche o lo fate solo quando si tratta di bilancio?».

Cinzia Tortola e Alessandro Carozza