Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 17 marzo 2017

Borgaro – Serata della Legalità a Villa Tapparelli all’insegna dell’ impegno degli allievi delle seconde classi della scuola media Carlo Levi partecipanti al progetto “Se Vuoi” e della bella lezione sul giornalismo di Stefano Tallia giornalista RAI .

La classe 2 D vincitrice del concorso
E’ stato un appuntamento  quello della Serata della Legalità organizzato da Parole & Musica onlus, giunto quest’anno alla Nona edizione, un incontro non rituale come da “ tradizione” !  Nella realtà del territorio l’associazione Parole e Musica onlus  ha si voluto partecipare con questa iniziativa a quella che verrà organizzata il prossimo 21 Marzo “ Giornata Nazionale della Legalità “ ma in questo caso  si è legata  a quella del Corso della legalità che l’associazione borgarese in collaborazione con la scuola media “Carlo Levi” , il patrocinio dell’assessorato alla P.I.  del comune di Borgaro  e i volontari dell’Associazione “Agende Rosse” di Torino ha organizzato nei mesi passati per le classi prime e seconde  con lezioni all’interno della scuola e con l’incontro il 14 febbraio con Salvatore Borsellino. E’ stata  l’occasione per la presentazione dei lavori dei laboratori delle classi 2 A, 2 C e 2 D della scuola media “Carlo Levi” partecipanti al concorso per Progetto “ Se vuoi” promosso dall’assessorato alla Pubblica istruzione e con la consegna della targa alla classe vincitrice in questo caso la 2 D e gli attestati a tutti gli alunni che hanno partecipato con loro elaborati video e artistici  premiati dal sindaco Claudio Gambino e della dirigente scolastica la professoressa Bodini. A inizio della serata  Dario De Vecchis a nome di PM onlus ha spiegato le ragioni della serata e condotto la premiazione degli alunni e sono intervenute  l’assessore alla P.I. Marcella Maurin che  è entrata nel dettaglio del viaggio che verrà organizzato a ottobre di quest’anno a Palermo dagli alunni della 2 D per partecipare al progetto “Se Vuoi”   e  le volontarie di Agende Rosse di Torino Carmen Duca e Maria Bergadamo  che hanno risaltato il percorso svolto con gli alunni della scuola “Levi" con  le prime lezioni propedeutiche del corso della Legalità svolte nello scorso mese di gennaio.
Luigi Benedetto e Stefano Tallia
Nella seconda parte dell’iniziativa il gustoso confronto tra il direttore di Non Solo Contro Luigi Benedetto e il giornalista RAI Stefano Tallia sul tema “Il ruolo del Giornalismo nella battaglie contro le mafie”. Una tematica che Benedetto ha inizialmente indirizzato per il ruolo di Tallia come giornalista sportivo nel campo delle infiltrazioni mafiose nel mondo dello sport e in particolare in quello del calcio e sul quale Tallia ha rimarcato la rilevanza del problema e che va al di là non solo delle ingerenze mafiose in questo mondo ma anche delle deviazioni nella cultura sportiva con il fenomeno del doping. In questo confronto però non poteva mancare il riferimento al ruolo  dei giornalisti nella battaglie contro le mafie  dal caso più eclatante di Saviano ai molti giornalisti precari che quotidianamente con le loro inchieste a costo anche in molti casi della loro sicurezza personale e della vita mettono in luce le trame delle mafie . Su questo tema Tallia ha ricordato anche che quest’anno a Torino  il 3 maggio, in occasione del 40° anniversario dell’uccisione di Carlo Casalegno saranno  ricordati tutti i giornalisti vittime delle mafie. Il confronto non poteva sottrarsi anche per le domande di Benedetto di entrare nell’ambito dello stato di salute del mondo dell’editoria italiana al quale Tallia non si è sottratto, anche per il suo ruolo di segretario dell’Associazione Stampa Subalpina,  richiamando tutti all’attenzione dell’evoluzione dell’informazione e al crinale negativo sull’utilizzo delle nuove tecnologie che da la sensazione errata che tutti possano diventare giornalisti mentre questo mestiere ha bisogno delle sue specifiche professionalità e capacità di scrivere senza lacci e con imparzialità . 


la classe 2 D vincitrice del concorso

La classe 2 A e il suo Filo Rosso


La classe 2 C e la sua Agenda Rossa


pubblico

Assessore Marcello Maurin

Le volontarie di Agende Rosse Carmen Duca e Maria Bergadamo

video 2 A

video 2 A

Video 2 A

video 2 A