Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 30 marzo 2017

Leinì, la nuova fatica letteraria di Michela Albertazzi


Michela Albertazzi
La copertina del volume
Alexandra Bracken è una delle autrici più famose e seguite in America. A dirlo, tra le altre voci, è anche l’ultima classifica del New York Times. La Bracken, infatti, con i due volumi della serie Passenger, ha scalato tutte le classifiche di vendita oltreoceano. E ora i due libri arrivano anche in Italia. Anzi, il primo, “Passenger” è già arrivato. Con le sue 420 pagine che racchiudono l’avventura di Etta Spencer, la violinista capace, grazie ad un gene proprio della sua famiglia, di viaggiare del tempo, affrontando misteri e amori contrastati. E fin qui tutto il bene. Il problema, come si potrà facilmente intuire, è che la Bracken proprio italiana non è, e proprio in italiano non scrive. E quindi? E quindi sulle sue pagine, edite da Sperling & Kupfer, ha messo le mani Michela Albertazzi, che ne ha curato la traduzione italiana. Cambiando sì la lingua del racconto, ma lasciandone inalterato emozione, pathos e sentimento.