Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 29 aprile 2017

Elezioni di Mappano. Campioni: "Troppi personalismi non fanno bene al Comune".

La scelta per individuare il futuro candidato sindaco di Mappano è stata fortemente condizionata da personalismi, che hanno impedito un confronto a tutto campo per il bene del neonato Comune. Questo è almeno ciò che pensano i vertici del Pd mappanese che, durante una conferenza stampa, venerdì scorso presso il salone Garofalo del Cim, a margine della candidatura ufficiale di Valter Campioni alla testa di una lista civica “Uniti per Mappano”, espressione del Pd, si sono tolti alcuni sassolini, non risparmiando critiche nei confronti degli altri contendenti per la carica di primo cittadino. “Abbiamo avuto sì dei contatti e delle riunioni nei mesi scorsi – osserva Domenico Cantone del Pd – ma tutte, inesorabilmente accompagnate da un vizio di fondo: nessuno era disposto a rinunciare alla propria candidatura a sindaco. Anzi, avevamo proposto le primarie – incalza Cantone – un confronto aperto e democratico rivolto a tutti i mappanesi, per decidere insieme quale sarebbe stato un eventuale candidato unitario per il Comune di Mappano. Ci è stato risposto che le primarie sapevano troppo di Pd, allora abbiamo suggerito come termine “le comunarie”, “le gazebarie”. Nulla da fare. Nessuna disponibilità in questo senso. Ciascun candidato è rimasto arroccato sulle proprie posizioni”. Gli fa eco Valter Campioni “Eravamo addirittura disposti, in caso di una vittoria diversa dalla mia, a sostenere per il bene di Mappano, anche un altro candidato, purchè uscito democraticamente dal voto dei cittadini”. Nulla da fare. I candidati quelli erano e quelli sono rimasti. Al punto che il Pd ha intrapreso la sua strada, dando vita ad una lista civica aperta al contributo di tutti i mappanesi: studenti, lavoratori, commercianti, pensionati. “E’ stata sprecata una occasione preziosa – conclude Cantone – ma a quanto pare l’interesse dei singoli è prevalso su quello della comunità”. Così si andrà alle elezioni dell’11 giugno, in ordine sparso, con almeno quattro, se non cinque candidati alla poltrona di sindaco. Non solo, il Pd rivendica con orgoglio le capacità e l’impegno amministrativo dimostrato in tutti questi anni da parte di Campioni alla guida del Cim. Una esperienza collaudata, messa al servizio della comunità, a titolo completamente gratuito, non avendo percepito alcun emolumento in questi anni. Insomma, un nome, quello di Valter Campioni, che non può certo temere le contestazioni dell’antipolitica.  Durante la serata di presentazione della lista civica promossa dal Pd, e moderata dalla giovane Federica Marchese, di fronte ad un pubblico numeroso e partecipe, il candidato sindaco Valter Campioni ha illustrato le questioni che la nascente amministrazione mappanese dovrà affrontare per gestire e governare al meglio il nuovo Comune.

Davide Aimonetto


Valter Campioni candidato sindaco per "Uniti per Mappano"

Un momento della conferenza stampa tenuta da Domenico Cantone

Il folto pubblico presente al salone Lea Garofalo


La giovane Federica Marchese moderatrice della serata