Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 30 aprile 2017

Primarie Pd: Renzi a testa bassa

Matteo Renzi fa man bassa di consensi, in zona (e non solo), alle primarie del Pd. 
A Leinì sono stati 304 gli elettori che si sono presentati al seggio allestito in sala consigliare. Comprensibile la soddisfazione dei militanti leinicesi, dal momento che, anni fa, nel momento d’oro del Pd, i votanti alle primarie erano stati solo qualche decina in più.
Dei 304 votanti, 251 hanno barrato il nome di Matteo Renzi (pari a qualcosa in più dell’82 per cento). 44 i sostenitori di Orlando, e solo 9 quelli di Michele Emiliano.
165 i votanti a Mappano: 132 i consensi di Renzi, 25 quelli di Orlando e 8 quelli di Emiliano. E proprio a Mappano, un elettore ha versato la sua quota di due euro in monetine da 1 e 2 centesimi. Cosa che ha dato vita a qualche battibecco con i responsabili del seggio.
Superiore di poche unità il risultato di Caselle (320 contro 304) rispetto a quello della vicina Leinì, e proprio nella città dell’aeroporto Emiliano porta a casa un buon risultato, piazzandosi al secondo posto, con i suoi 62 voti, dietro a Matteo Renzi (209) ma davanti a Orlando (47).
268 le schede votate a Borgaro: 217 le preferenze per Renzi, 40 per Orlando e 9 per Emiliano (e due schede nulle...).

Le "monetine" di Mappano

Il seggio di Caselle...

...e quello di Leinì