Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 14 maggio 2017

La Lista Mappano candida a sindaco Gigi Gennaro. Giovedì sera la presentazione.

Di tutte le presentazioni, quella della “Lista Mappano” che candida a sindaco Gigi Gennaro, Consigliere comunale uscente a Caselle, tra i promotori di questa formazione, è stata sicuramente quella più multimediale e tecnologica. Slide, filmati caricati su Youtube, interviste realizzate fra alcuni cittadini mappanesi per sapere direttamente da loro che cosa serve a Mappano, e cosa dovrà occuparsi prioritariamente la nuova amministrazione comunale. Insomma, una serata interattiva, presentata da uno dei candidati, Giancarlo Fusetti, che non ha mancato di coinvolgere il numeroso pubblico presente. “La Lista Mappano” rispetto alle altre “liste civiche” può vantare sicuramente un pedigree di tutto rispetto. Infatti è da oltre un quarto di secolo, che i suoi esponenti calcano la scena politica ed amministrativa locale. Fin dal fortunato esordio, alle lontane elezioni amministrative del 1990. Da allora molti scenari politici sono cambiati, ma alcuni dei fondatori di questa lista, come Pasquale Terranova e Marco Bongi, hanno rinnovato il loro sostegno verso la lista, accettando di ricandidarsi sotto il “glorioso” simbolo elettorale del Campanile, del mastello e della spiga di grano. Simbolo che per l’occasione ha subito un piccolo maquillage. “Siamo pronti, ancora una volta, in perfetta continuità con la nostra storia personale, politica ed amministrativa – hanno ricordato Bongi e Terranova – a candidarci per Mappano. Un continuità di impegno, la nostra, che dura da oltre 25 anni, e che trova la sua naturale collocazione con la candidatura a sindaco di Gigi Gennaro”. Persona, quella di Gennaro che si è presentata ai cittadini mappanesi, tornando sulla questione dei recenti ricorsi presentati al Tar dai Comuni cedenti, Borgaro e Leinì, tesi non solo ad impedire le elezioni dell’11 giugno, ma addirittura ad invalidare tutto l’impianto giuridico che ha costituito l’architettura su cui si poggia Mappano Comune “A nostro parere il tentativo dei due Comuni di far annullare la legge regionale – ha osservato Gennaro davanti alla platea riunita presso il salone Lea Garofalo – è un gesto che non può trovare riscontro perché non è basato su dati oggettivi. E’ ormai impossibile interrompere questa macchina che si è messa in moto. Dovranno farsene una ragione i Comuni cedenti: Mappano è Comune e tale resterà”. Durante la serata sono stati anche analizzate le cifre ed i numeri che sosterranno finanziariamente le risorse di Mappano Comune. Secondo gli studi ed i calcoli della Lista Mappano, il neonato Comune mappanese, sarà perfettamente in grado di gestire il suo bilancio, grazie alle potenzialità presenti sul territorio. Un bilancio comunale, sempre secondo stime della Lista, dove le entrate: 4.848.388 Euro, saranno addirittura superiori alle uscite: 4.284.100 Euro. Insomma per Mappano Comune si prefigurerebbero ampi margini di crescita, nonostante le feroci critiche levate da più parti, secondo cui invece il Comune andrà in default finanziario dopo pochissimi anni. Al contrario, per la Lista Mappano, ci saranno grandi opportunità di crescita sia nel settore del sociale che in quello economico. Secondo il candidato sindaco Gigi Gennaro “Una volta eletto il sindaco di Mappano. Sarà possibile instaurare un rapporto diverso fra le istituzioni ed i cittadini, attraverso anche un filo tra l’amministrazione locale e tutti i cittadini. Noi ci candidiamo per tessere quel filo e mantenerlo”.
Davide Aimonetto


Gigi Gennaro candidato sindaco "Lista Mappano"

I candidati al Consiglio comunale della "Lista Mappano"

Giancarlo Fusetti illustra le slide dedicate al Comune di Mappano

Il pubblico presente presso la sala Lea Garofalo.



L'avvocato Marco Bongi, storica figura della Lista Mappano

Alcuni candidati