Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 11 giugno 2017

Benvenuta Asd Calcio Leinì

Fiocco rosa per il calcio cittadino. È da poco nata, infatti, una società nuova di zecca, l’Asd Calcio Leinì. Una società che guarderà in particolar modo ai giovani, al settore giovanile. per insegnare ai bambini uno sport, certo, ma specialmente i valori che quello sport può trasmettere. Una società che guarda al futuro ma che strizza l’occhio al passato, cercando di riportare in auge la storica società di calcio che per decenni e decenni ha fatto divertire, sudare, giocare generazioni di bambini e ragazzi (e non è un caso che tra i soci fondatori del sodalizio, oltre a molti di coloro che fino ad ora hanno seguito i giovanissimi calciatori, figurino un ex presidente del Leinì, Renato Pittalis, nonché Piercarlo Gattolin e Livio De Paoli, figli di due “past president” che hanno fatto la storia del calcio locale). «Molti di coloro che costituiscono questa nuova società - ha spiegato Pierangelo Isolato, il presidente del sodalizio - hanno iniziato a lavorare sei anni fa con i bambini. All’inizio erano 16, oggi sono circa 150. Tre anni fa siamo entrati a far parte del Real Leinì, sempre occupandoci del settore giovanile. Con quella società, però, ci sono poi stati dei dissapori: il sottoscritto, per esempio, era autorizzato a versare sul conto della società, ma non poteva né prelevare né conoscerne i movimenti bancari. E neppure sapere come stavano i bilanci. E quindi... eccoci qui, pronti a partire per una nuova avventura». 
E se la vicenda legata ai dissapori farà il proprio corso, quella legata al gioco e allo sport è pronta a partire. Con la collaborazione con “Ready for action”. Con i genitori dei bambini che grazie a Isolato e al suo staff hanno giocato e si sono divertiti gli anni scorsi, incontrati venerdì sera. «Chi vorrà giocare con questa società sarà il benvenuto, chi vorrà prendere altre strade sarà libero di farlo - aggiunge Mauro Caudana - Noi siamo pronti a metterci tutto il nostro impegno e le nostre capacità, così come abbiamo fatto in passato. Il campo da gioco? Parleremo con il Real Leinì. Siamo tutti uomini di sport: abbiamo tutti a cuore i bambini, i ragazzi, il gioco del calcio, e sono certo che non ci saranno problemi a trovare una soluzione». Porte aperte, inoltre, a tutti coloro che, in passato, hanno vestito i gloriosi colori gialloblu: «Se coloro che hanno giocato nel Leinì, che hanno collaborato a vario titolo con la società, vogliono farsi avanti e darci una mano, saranno ovviamente tutti bene accetti», conclude Caudana.