Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 10 giugno 2017

Mappano, i cinque contendenti

I profili dei cinque candidato sindaci.

Movimento Cinque Stelle
Luigi Longobardi, 43 anni, sposato con Maria, è imprenditore di se stesso con un negozio di prodotti tecnologici a Torino. Ama moltissimo gli animali, in particolare i cani e ad essi si dedica facendo volontariato nei canili. Ama anche i bambini e per loro si spende spesso come volontario in importanti iniziative. Gli piace leggere, ma il tempo a sua disposizione è sempre troppo poco, quindi si concentra soprattutto in letture inerenti la sua professione per essere sempre aggiornato e al passo con i tempi. Ama la musica in generale e predilige i Queen. Tifa Napoli. È nato sotto il segno dello Scorpione, segno affascinante che ama mettersi in gioco. Miglioramento della viabilità e sicurezza, mobilità comoda e sostenibile, e cittadino al centro e partecipe della vita amministrativa sono tra i punti fondamentali del suo programma.

Lista Mappano
Luigi Gennaro, 54 anni,   vive con Francesca, con il suo cane Caio, con il gatto Pippi e la tartaruga Peppino. È un geometra che presso il municipio di Torino svolge il ruolo di funzionario tecnico ed è pure consulente per vari enti. Nel 1988 è stato tra i fondatori della Lista Mappano, la storica formazione nata per portare la voce dei mappanesi nei Consigli comunali di Borgaro e Caselle. È stato eletto per la prima volta nel parlamentino di Caselle come consigliere comunale nel mandato 1990-1994. Rieletto nel 1994 è stato fino al 1998 assessore ai Lavori Pubblici. Riconfermato nel 1998 è stato consigliere di maggioranza fino al 2000 quando si è dimesso per andare a ricoprire l’incarico di presidente del Cim, il consorzio di gestione associata dei servizi. Subentrato in Consiglio nel 2014 è stato finora capogruppo per la lista “Uniti per Mappano”. È direttore sportivo e allenatore nella società Mappano Volley. Due sono le sue grandi passioni, la pallavolo, ovviamente, ma anche la storia, le ricerche su Mappano e in particolar modo il periodo medievale. L’ultimo libro che lo ha accompagnato nel tempo libero è stato “Don Chisciotte e San Francesco: due pazzi necessari” di Josè Antonio Merino. Ama la musica e i cantautori italiani, specialmente Riccardo Cocciante. Tifa per il Milan. Il suo segno zodiacale è la Bilancia. I tre punti fondamentali del suo programma sono: l’istituzione della macchina comunale, la cura e il decoro del paese e la riqualificazione del territorio, soprattutto il parco “Unione Europea”.
 
Uniti per Mappano
Valter Campioni, 50 anni, sposato con Rossella, è perito d’industria metalmeccanica e funzionario tecnico di un’importante azienda torinese. Eletto nel 1990, a soli 23 anni, nel Consiglio comunale di Borgaro, è stato capogruppo del Pci fino al 1992  quando è stato nominato assessore allo sport e tempo libero, rappresentante al Po Sangone e al Consorzio Torino Nord. Nel 1993 ha siglato una convenzione di gestione per la piscina a costo zero per il Comune che ha prodotto un risparmi e 200 posti di lavoro. Nel 1995 rieletto a Borgaro e nel 1996 è stato nominato nel cda del CIM. Nel 1999 rieletto sempre a Borgaro tra i banchi dell’opposizione, è stato presidente della commissione affari istituzionali che ha portato alla redazione del primo Statuto cittadino. Nel 2005 è entrato nel cda di Smat e dal 2008 al 2011 presidente della società Risorse Idriche. Dal 2011 al 2013 presidente del River Borgaro e dal 2013 presidente del Cim.  Ama il calcio. L’ultimo libro che ha letto è l’enciclica di Papa Francesco “Laudato sii”. Gli piace la musica e predilige Guccini. Tifa per il Toro. E’ nato sotto il segno dell’Acquario. I tre punti fondamentali del suo programma per Mappano sono: sviluppo del territorio con servizi efficienti, tariffe e tasse meno onerose; unificazione armonica del territorio e valorizzazione del paese per una migliore qualità della vita.
 
Mappano in Comune
Francesco Grassi, 44 anni, sposato con Luana, padre di Luca, Carlo e Arianna. Laureato in Fisica, ha insegnato prima in un istituto tecnico, poi è stato per molti anni docente di matematica nella scuola media “Falcone” di Mappano, fino a diventare dirigente scolastico di un Istituto Comprensivo di Torino. Presidente del Comitato per Mappano Comune per dieci anni ha lottato con e per i mappanesi per l’autonomia amministrativa. Una battaglia senza quartiere, intensa, impegnativa e determinata, ma sempre civile e sostenuta dalla fede incrollabile che prima o poi il sogno si sarebbe realizzato. Molte sono le sue passioni: dallo sport alla lettura, dal cinema alla scienza fino alla robotica. Passione quest’ultima trasmessa ai suoi allievi di Mappano che grazie alla sua supervisione vinsero, qualche anno fa perfino un premio a Roma. L’ultimo libro che gli ha tenuto compagnia nel suo tempo libero è stato “I have a dream” di Martin Luther King. Ama la musica, il mattino soprattutto quella disco per darsi la carica per l’intera giornata. Tra i suoi artisti preferiti Jovanotti e gli U2. Non ha squadre di calcio preferite, segue le torinesi e tifa Italia. Il suo segno zodiacale è il Leone. I tre punti fondamentali del suo programma sono: creare un progetto di sviluppo urbanistico che sia sostenibile e guardi al futuro; rilanciare il dialogo con i Comuni cedenti per costruire le convenzioni, ma con pari dignità; mettere in piedi una macchina amministrativa efficiente che sappia rispondere ai bisogni dei cittadini e i servizi essenziali, in particolare la cassa.

Facciamo Mappano
Roberto Tonini, 49 anni, sposato con Daniela, padre di Vittoria, Ettore ed Edoardo, è un artigiano edile. Eletto per la prima volta nel 1995, nel Consiglio comunale di Caselle, è stato dal 2013 ad oggi presidente del Consiglio comunale. È dirigente del Borgaro calcio e da sempre membro attivo della Pro Loco. Ama il ciclismo, la montagna e lo sci. L’ultimo libro che ha letto “La spia” di Paulo Coelho. La musica, da vero intenditore, adora ascoltarla sui dischi in vinile. Tra tutti predilige i Queen, i cantautori italiani ed Elio e le storie tese. Tifa Juve. È nato sotto il segno dei Gemelli. I punti più importanti del suo programma di governo sono: serie e concrete politiche giovanili; sistemazione urbanistica del territorio e mettere in funzione una macchina amministrativa efficiente  per garantire servizi di qualità ai cittadini.