Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 31 luglio 2017

Mappano: ancora vandali in azione in Piazza Giovanni Paolo II

L’altra sera si è consumato l’ennesimo episodio di vandalismo ai danni delle strutture di Piazza Giovanni Paolo II. Nonostante la blindatura delle porte, e le varie inferriate, realizzate già a suo tempo dall’amministrazione comunale di Caselle, proprio inseguito a numerosi atti vandalici, nella notte tra sabato e domenica 30 luglio, i soliti ignoti, hanno divelto le inferriate, forzato le porte, e devastato gli interni, utilizzati solo pochi giorni fa, dalla Pro Loco, in occasione della festa patronale di Mappano. Un grave atto, che si somma ai precedenti, quasi sempre impuniti. Durissima la reazione del sindaco di Mappano Francesco Grassi, che sui social ha così dichiarato “  Questo ennesimo episodio di vandalismo gratuito e di mancato rispetto della nostra comunità, ha provocato gravi danneggiamenti alla struttura di piazza Papa Giovanni Paolo II. L'origine di questi comportamenti è sicuramente frutto di maleducazione e mancanza di senso civico. La comunità mappanese è unita e decisa a non tollerare più questi atti che sono stati denunciati alle autorità competenti: i responsabili verranno perseguiti a norma di legge. L' amministrazione comunale sporrà denuncia contro ogni comportamento presente e futuro che sia contro le persone e/o il patrimonio della nostra città. Invitiamo tutti i cittadini, le associazioni e le forze politiche ad essere solidali con l'amministrazione nel condannare questi atti contrari al vivere civile. Chiediamo a chiunque abbia informazioni utili ad individuare i responsabili dei danneggiamenti, che si metta in contatto con le forze dell'ordine. L'amministrazione comunale ringrazia l'immediato e tempestivo intervento dei militari dell'Arma dei Carabinieri, certo presidio di sicurezza del nostro territorio”. Amareggiata anche la responsabile della Pro Loco Laura MolettoIeri per l'ennesima volta la proloco non si è arresa. Siamo andati in piazza Papa Giovanni Paolo ll ed abbiamo ripulito e rimesso in sicurezza tutta la zona del retro palco presa d'assalto dai vandali. Mi si è stretto il cuore nel vedere il disastro. Parte delle nostre attrezzature sono andate distrutte ed è semplicemente doloroso vedere l'indifferenza e la totale assenza di rispetto”. Questo grave episodio non farà altro che rinfocolare la già mai sopita questione della tanto contestata ordinanza che ha cercato di limitare questi episodi, ma con scarso successo. C’è chi invoca la presenza di un sistema di telecamere posizionate nei punti più nevralgici del Comune, altri chiedono l’intensificazione del passaggio delle pattuglie dei Carabinieri, altri ancora il potenziamento della Polizia Municipale di Mappano, oggi limitata ad un elemento. Insomma qualcosa bisogna pur fare, perché altrimenti Mappano rischia veramente di diventare terra di nessuno.