Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 30 luglio 2017

Mappano: successo per la patronale. Novità per il prossimo anno?

La prima festa patronale del neonato Comune di Mappano è stata un successo in termini organizzativi e partecipativi, merito indubbiamente, anche in questa edizione, dei volontari della Pro Loco di Mappano, guidati da Laura Moletto e Cristina Damiano, che hanno saputo far fronte, in brevissimo tempo, alle numerose e non semplici richieste derivanti del decreto prefettizio, conosciuto comunemente “Di piazza San Carlo” che, seguito dei noti incidenti avvenuti nella piazza aulica del capoluogo subalpino, che ha posto una serie di severe limitazioni, in nome della sicurezza, a tutte le feste patronali, sagre, ed iniziative di ogni genere. Limitazioni e prescrizioni che hanno messo a dura prova molti organizzatori sul territorio. Per non parlare delle difficoltà burocratiche con la neonata amministrazione mappanese. Ma grazie all’impegno ed alla buona volontà di tutti, anche quest’anno la festa patronale è stata coronata dal successo. Per tutte le serate gli stand gastronomici sono stati presi d’assalto, come anche la pista da ballo. Il clou delle manifestazione patronale è stato raggiunto nella giornata di domenica. Anche quest’anno, la 28° edizione della Fiera Commerciale, promossa dall’associazione dei commercianti “Viviamo Mappano”, ha avuto come location unica e straordinaria buona parte di Strada Cuorgnè, chiuso per l’occasione al transito automobilistico, e per un giorno, regno incontrastato dei pedoni, che si sono assiepati lungo molte bancarelle e stand. Unico neo, le proteste dei commercianti del tratto di Via Rivarolo che, nonostante le promesse, hanno visto la presenza di pochissimi banchetti, una situazione che ha di fatto suscitato non poche polemiche, a causa della scarsa partecipazione di mappanesi lungo quel tratto. Ma la giornata di domenica verrà anche ricordata, come il momento in cui, il neo Comune di Mappano è stato consacrato sotto la protezione della Madonna, Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù. Sono state molte le associazione che hanno contribuito al successo della patronale edizione 2017: la Protezione civile di Caselle, il Comitato dei Servizi, i Lavandè, il gruppo degli “Sbandieratori e Musici” di Mappano, diverse associazioni sportive come la “Mappanese Calcio” e le atlete della pallavolo, l’Unitre sezione di Mappano, La Croce Rossa di Mappano, l’Arma dei Carabinieri di Caselle. Una bella festa che forse potrebbe cambiare data il prossimo anno. Almeno secondo le intenzioni dell’amministrazione Grassi, che starebbe valutando di collocare la festa religiosa di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, il 31 di maggio, data canonica e riconosciuta in cui si celebra questa festa. Un tentativo, senza grandi successi, fu già fatto vent’anni fa, per volontà dell’allora parroco don Giuseppe Ravasio. Si vedrà se l’edizione della patronale del 2018 muterà data oppure no.