Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 24 agosto 2017

Leinì, la raccolta di carta e ferro

L’Italia aveva vinto i mondiali di calcio da qualche mese, liquidando in finale la Germania per 3 a 1. Negli Stati Uniti da poco era iniziata la vendita al dettaglio del Commodore 64, e i tifosi della Ferrari non avevano ancora assimilato la tragica scomparsa di Gilles Villeneuve. E a Leinì, in quel 1982, nasceva un’iniziativa che si sarebbe ripetuta anno dopo anno, diventando ogni volta più forte dell’edizione precedente, fino compiere 35 anni e arrivare ai giorni nostri: la raccolta di carta e ferro, promossa dalla comunità parrocchiale. 
L’appuntamento per questo 2017 è per il 1°, 2 e 3 settembre. Il centro di raccolta, ancora una volta l’ex segheria Pogliano, in via Gobetti (info al 333/1442123). I volontari raccoglieranno carta, cartone, ferro e oggetti per il mercatino, mentre non potranno prelevare batterie di auto, vetro, bombole del gas, estintori, pneumatici, frigoriferi, computer, mobili e stracci (per tutte queste cose c’è l’Ecocentro...).
Venerdì 1° settembre saranno interessate le vie Torino (e relative traverse), Benna, Settimo, Fantasia, Fornacino (e omonima frazione), Lombardore, Volpiano, Caselle Baudenile e viale Italia. Sabato 2 toccherà alle vie Caselle Vecchia, del Padre, Roveglia, alle frazioni Tedeschi e Grivetta, alle strade Zea, Prescenda e Canova Pogliani, alle vie San Maurizio, Pratonuovo e Fratelli Fiore, alle Betulle 1 e 2, alle zone di via Vittorio Veneto e via Teologo Re. Domenica 3 sarà la volta di via San Francesco al Campo, delle zone di via De Nicola e Coppi, e delle zone San Giacomo, Campo Marzo, Grande Torino, Posta, Santuario, San Rocco e del centro.
Sabato e domenica nel centro di raccolta si terrà il mercatino dell’usato, che sarà aperto anche dal 4 al 10 settembre tra le 15 e le 18. Il ricavato della raccolta servirà in parte per la ristrutturazione del campanile della chiesa parrocchiale e in parte per sostenere le opere missionarie e parrocchiali.
Si ricorda che i minorenni dovranno essere muniti dell’autorizzazione firmata da un genitore, e che i bambini di età inferiore ai 12 anni dovranno essere accompagnati da un adulto.
Infine, una raccomandazione per tutti coloro che collaboreranno alla raccolta preparando il materiale da destinare all’iniziativa. I volontari utilizzano trattori e rimorchi, e ogni gruppo è formato da adulti, ragazzi e bambini: pertanto coloro che proveranno a raccogliere ferro e carta con furgoni o mezzi di fortuna...beh, non hanno nulla a che spartire con il fine nobile della raccolta, e cercano di “imbucarsi” nell’iniziativa solo per fini personali, decisamente meno nobili.