Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 21 settembre 2017

Incontro del M5S sulla viabilità: poco pubblico, molte proposte

Sarà stato che la nuova viabilità di Leinì in fin dei conti non è così indigesta. Sarà stato che le partite del campionato di serie A hanno sempre il loro fascino e il loro richiamo. Sarà  stato che lamentarsi al pc è facile, uscire la sera molto meno. Sarà stato che l’iniziativa non era stata pubblicizzata in modo capillare. Sarà stato quello che è stato, resta il fatto che l’iniziativa promossa dal Movimento Cinque Stelle mercoledì sera, in sala consigliare, non ha avuto la partecipazione che era facile immaginare. Cosa che ha fatto inalberare, e non poco, alcuni dei partecipanti.
Scopo dell’incontro, raccogliere suggerimenti e proposte, sulla viabilità ovviamente, da sottoporre all’Amministrazione. Il tutto nell’ambito di una serie che incontri che il Movimento proporrà di qui ai prossimi mesi (il tema del prossimo potrebbe essere quello del risparmio energetico) per avvicinare e rendere partecipe la cittadinanza su un ventaglio di problematiche.
Tornando alla viabilità, il dibattito ha preso le mosse da uno studio commissionato da esercenti, artigiani e cittadini, e corredato da una raccolta firme con circa 500 adesioni (uno studio che aveva come capisaldi, in estrema sintesi, la perimetrazione del centro storico e la riduzione della velocità a 30 chilometri, la limitazione oraria della sosta, il ripristino del doppio senso di marcia su via Matteotti e via San Francesco al Campo, l’inversione di marcia in via Ferrero, la regolazione dell’area cortilizia della media “Casalegno”, l’inversione del senso di marcia in via Roma, il ripristino della doppia viabilità su via Gobetti, una migliore ubicazione della caserma dei carabinieri, la riqualificazione dell’asse storico di via Carlo Alberto e la formazione di un parcheggio multipiano a lato del palazzo civico con lo spostamento delle sue funzioni), solo in parte recepito. Il Movimento, comunque, tornerà ancora sul tema: raccogliendo, sintetizzando e presentando all’Amministrazione le proposte e i suggerimenti arrivati dai cittadini. «Sappiamo che non sarà possibile stravolgere nuovamente la viabilità, dopo che è stata impostata in questo modo - ha concluso Silvia Cossu - ma speriamo comunque di portare a casa qualche miglioria. Per esempio l’inversione del senso di via Roma, o di via Matteotti. E magari richiedendo la convocazione di un Consiglio aperto su questo tema».