Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 18 dicembre 2017

Mappano, il vino è la poesia della terra

«Il vino è la poesia della terra», scriveva Mario Soldati, grande scrittore e giornalista torinese del ‘900. Il vino accompagna la vita, la cultura e l’alimentazione. Da millenni il vino è parte integrante della cultura italiana ed è elemento rappresentativo della nostra identità e delle nostre radici. Lo sanno bene Roberto e Nicoletta Rolando, i titolari dell’Enoteca Roby di strada Cuorgnè a Mappano. Un locale che esiste dal 1972 e che è stato gestito per decenni da Aldo Rolando, il papà di Roberto che ha voluto trasformare quei locali da piola, nel senso piemontese del termine, in enoteca, ossia una sorta di “santuario” del vino. Un luogo in grado di accogliere un pubblico di conoscitori, ma anche di inesperti palati, pronti a farsi consigliare ad erudire. Da Roberto e Nicoletta è possibile trovare un centinaio di etichette dei migliori produttori, non solo piemontesi, perché Roby ama andare per cantine a scegliere, ma anche a vedere cosa c’è dietro una bottiglia. Cosa è possibile trovare nel suo locale? Vini sfusi, vini quotidiani, quelli da bere durante i normali pasti, vini selezionati e selezionatissimi, spumanti secchi e dolci e grappe particolari. Ma non solo: è possibile acquistare anche sughi davvero particolari, marmellate, mostarde, dolci e paste regionali. Roberto e Nicoletta per chi lo desidera confezionano cesti e pacchi regalo con questi prodotti di altissima qualità. Nel loro locale decisamente particolare è l’aperitivo, un calice di vino (alla mescita e all’assaggio ce ne sono ben 18 tipi) servito con acciughe al verde, tomini, salame. Uno stop gradevole prima della cena per raccontare in pieno relax e gusto la giornata appena trascorsa. L’Enoteca Roby è anche Tavola Calda: deliziosi pranzi, ricette tipiche realizzati con prodotti di alta qualità e sempre freschissimi. Pochi piatti semplici e sempre nel solco della tradizione. I cavalli di battaglia, sempre graditi ai clienti sono la Bagna Caoda, lo spezzatino di cinghiale al Nebiolo, la trippa di cinghiale con polenta e la vellutata di cipolle rosse. Senza dimenticare lo squisito risotto all’Arneis. Dai primi di dicembre, Roby ha lanciato una nuova originale iniziativa: il Giro d’Italia nel bicchiere. Ogni mese saranno proposti due vini per regione e offerti in degustazione. Un modo per far conoscere alla clientela i vini di tutta Italia. L’esordio è dedicato, e non poteva essere diversamente, al Piemonte.