Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 18 gennaio 2018

Mappano Accordo storico con Caselle. I dipendenti dell'ex Cim passano al Comune



"Dopo una lunga trattativa è stato fatto un passo fondamentale che dà inizio ad un percorso di accordi importanti relativi allo scorporo di Mappano". Con queste parole il sindaco
Il sindaco Francesco Grassi
di Mappano, Francesco Grassi, annuncia il primo vero accordo siglato con Caselle, uno dei Comuni cedenti. Un passo fondamentale e quasi storico, se si considera l'impasse dei mesi scorsi e la conflittualità sorta tra Mappano e cedenti. "Si è messo al centro l'interesse dei cittadini - prosegue Grassi - e la messa in sicurezza dei lavoratori del CIM. Un grosso contributo alla soluzione della vertenza  e al raggiungimento dell'accordo tra i due comuni va riconosciuto ai sindacati di categoria. Siamo felici di accogliere i primi dipendenti del Comune di Mappano e speriamo che presto siano affiancati dagli altri che hanno fatto istanza di mobilità volontaria. Riteniamo che questo accordo con la città di Caselle sia l'inizio di una serie di accordi che permettano lo sviluppo del nostro Comune in armonia con i comuni da cui si è distaccato". Questo accordo fa seguito alla decisione di Borgaro e Caselle di sciogliere il Cim, il consorzio nato anni fa per gestire alcuni servizi nella ormai ex frazione. La nascita del Comune ha invalidato la presenza del consorzio e lo scioglimento evita duplicazioni dei costi e rispetta l'invarianza di spesa sancita per sentenza dalla Corte Costituzionale.
"Un particolare ringraziamento è dovuto al lavoro instancabile degli amministratori e del personale dei due comuni - conclude il primo cittadino di Mappano - che in una situazione inedita e complessa sono riusciti a trovare il bandolo della matassa.  Un ringraziamento particolare anche ai tecnici che hanno affiancato la nostra delegazione portando un importante apporto di competenza amministrativa guidandoci in questa difficile soluzione negoziale. Fondamentale è anche stata la presenza delle organizzazioni sindacali che hanno tenuto costantemente il focus sul superiore interesse dei lavoratori del consorzio intercomunale di Mappano e hanno favorito la stipula di un accordo che speriamo sia solo l'inizio di una atmosfera di collaborazione istituzionale tra il nostro comune e il comune di Caselle con la speranza che si possano unire al percorso anche i comuni di Borgaro,  Leini e Settimo". Secondo stipendio  e gli oneri previdenziali  ai sei dipendenti  per il mese di gennaio sarà versato da Caselle, mentre da febbraio interverrà direttamente il Comune di Mappano.