Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 5 febbraio 2018

La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci (Isaac Asimov). Tutti insieme contro il bullismo


Insultiumiliazioniviolenza fisica: il bullismo non è uno scherzo. Il bullismo è una violazione dei diritti umani. A sostenerlo è Amnesty International che di diritti qualcosa ne sa. Torna anche il Safer Internet Day, la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea che, giunta alla sua XV edizione, viene celebrata il 6 febbraio, in contemporanea in oltre 100 nazioni di tutto il mondo e il 7 in tutte le scuole e istituzioni italiane contro il bullismo. Obiettivo della giornata: far riflettere le ragazze e i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma anche sul ruolo attivo e responsabile che ciascuna e ciascuno può giocare per una navigazione positiva e sicura. Anche noi di Nonsolocontro aderiamo a questa giornata adottando #unNodoblucontroilbullismo e invitiamo tutti ad indossare,  un fiocco o un indumento blu,  simbolo della lotta nazionale delle scuole italiane contro il bullismo. All'iniziativa del 7 febbraio ha aderito anche il Comune di Mappano attraverso un invito a cittadini e dipendenti comunali ad indossare qualcosa di blu. Il bullismo e soprattutto il cyberbullismo è in aumento e i giovanissimi usano sempre più i canali social. I dati diffusi dal MIUR parlano chiaro: 2 giovani su 5 sono connessi almeno 5 ore al giorno alla rete (il 20,9% dichiara di esserlo sempre). Un dato che, rispetto a due anni fa, è aumentato quasi del 10%. I social network sono i ‘luoghi’ di ritrovo preferiti: il 33% delle e degli intervistati è attivo quotidianamente su almeno due piattaforme, il 24% su tre, il 10% su quattro, il 15% addirittura su cinque social contemporaneamente. Con nuovi player che si fanno strada: Facebook crolla (ormai lo usa regolarmente solo un quarto delle e degli adolescenti, nel 2016 erano quasi 2 su 3 a esserci quotidianamente), mentre esplode la Instagram mania (è presente su questo social l’82,7% degli under 18). Cresce anche Youtube (per il 66,5% delle e degli intervistati, in un biennio, ha guadagnato una decina di punti). Resiste WhatsApp: è il social più utilizzato (circa il 90% dei teenager lo apre almeno una volta al giorno).