Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

martedì 13 febbraio 2018

Leini Al "Pavarotti" va in scena "Il Misantropo" di Molière




Da disadattato sociale ad antieroe, da rivoluzionario anticonformista a scemo del villaggio. Nel tempo si è detto di tutto sul Misantropo. Eppure, la vicenda di Alceste e del suo sforzo intransigente di andare oltre l’apparenza ci riconnette con il valore umano della comprensione.  A Leini la rassegna teatrale "In scena sotto la torre" prosegue proprio con il capolavoro di Moliére, "Il Misantropo", giovedì 15 febbraio, dalle 21, al teatro civico "Luciano Pavarotti" di piazza Vittorio Emanuele II.
Marco Lorenzi
"Il mulino di Amleto", "Teatro Marenco" e "Tedacà", con la collaborazione di "La corte ospitale", porteranno sul palco la commedia di Moliere, con l'adattamento di Marco Lorenzi, la regia di Marco Lorenzi, con Fabio Bisogni, Roberta Calia, Yuri D'Agostino, Andrea Fazzari, Federico Manfredi, Barbara Mazzi e Raffaele Musella.
"Il Misantropo non ha bisogno di forme, semplificazioni o “istruzioni per l’uso” perché la sua essenza è limpida, contemporanea e dolorosa - spiega il regista Marco Lorenzi -.  Il Misantropo siamo noi con la nostra costante difficoltà di incontrare l’altro di cui, però, non possiamo fare a meno. Insomma, il Misantropo è quello che siamo". 
 Molière ebbe il coraggio di iniziare un nuovo genere di teatro, che descriveva senza veli i costumi del suo tempo. I suoi personaggi, presi dalla vita di tutti i giorni, erano avari, sciocchi, ipocriti scaltri,
La compagnia "Il Mulino di Amleto"
misantropi, ma tutti avevano in comune un pregio: erano vivi, veri e, per di più, comici. 
La sua grandezza è quella di far diventare le storie comuni storie universali, valide per ogni epoca e località. Il misantropo è allora la storia di chi, contro il parere e i consigli degli amici, non scende mai a compromessi, pone sempre la sincerità al di sopra di tutto, anche a costo di urtare le varie e deboli personalità .
Biglietto di ingresso: 7 euro la platea, 5 euro la galleria.
Per prenotazioni è possibile contattare il numero 366/7374629 tutti i giorni dalle 15 alle 18. I biglietti si possono acquistare anche presso la cassa del teatro trenta minuti prima dell'inizio dello spettacolo.