Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 11 febbraio 2018

Mappano minaccia ricorso alla Corte dei Conti contro i bilanci di Borgaro, Caselle, Leini e Settimo


"Se suonerete le vostre trombe, noi suoneremo le nostre campane".
Davide Battaglia
Sembra essere proprio questo il senso della delibera di Giunta dell'amministrazione di Mappano, guidata dal sindaco Francesco Grassi. Delibera  affida l'incarico ad un legale per valutare se ci siano le condizioni per far ricorso contro i bilanci dei Comuni cedenti, ossia Borgaro, Caselle, Leini e Settimo. "Non è un'azione legale, ma semplicemnte la valutazione che il nostro avvocato dovrà effettuare - spiega l'assessore mappanese al bilancio, Davide Battaglia - per capire se esistano i presupposti per un ricorso alla Corte dei Conti. D'altra parte quegli stessi Comuni ci hanno, a nostra volta, diffidati, proprio sulla redazione del bilancio. E' un atto cautelativo. Anche se nelle ultime settimane con gli assessori dei Comuni cedenti c'è stato un buon rapporto e un clima molto collaborativo". Difficile, dunque, capire le motivazioni dell'incarico legale. In un clima disteso e collaborativo solitamente non si dichiara la guerra. "Nessuna dichiarazione di guerra - stigmatizza Battaglia - come ho detto solo un atto cautelativo. Finora abbiamo avuto grandi difficoltà
Luca Torella
perchè quelle amministrazioni, nonostante le nostre ripetute richieste continuano a non fornirci i dati. Quante tasse hanno incassato da Mappano, quanto è stato speso per i servizi che sono stati erogati, gli oneri di urbanizzazione incassati. Senza dati le difficoltà sono enormi. La nostra non è e non vuole essere una ripicca. Ci stiamo soltanto tutelando".  E, poi ad acuire i motivi di scontro, o quantomeno di disarmonia ci sono ancora i ricorsi pendenti al TAR di Borgaro e Leini. "Ricorsi, non dimentichiamolo che chiedono - conclude Battaglia - l'annullamento del Comune di Mappano". La replica arriva dal neo assessore alle finanze di Leini, Luca Torella: "non capisco questo atto del Comune di Mappano. Proprio perchè si sta collaborando per mandare al loro posto tutti i pezzi del puzzle, paventare un ricorso non mi sembra il modo migliore per proseguire il dialogo e la collaborazione. I ricorsi? Sono contro la legge regionale".