Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 19 marzo 2018

Caselle, Lo sport può cambiare la vita. Una serata per ricordare le vittime di mafia e ancora una volta celebrare le donne

Una scena del film TV "In Punta di Piedi"
Lo sport può cambiare la vita delle persone. E, anche il loro futuro. E, non solo per le emozioni che ci regala. Lo sport è uno strumento fondamentale di benessere, crescita e in molti casi è anche una strada. Un'opportunità. Sono le motivazioni alla base della serata in programma mercoledì 21 marzo, alle 20,45 in sala consigliare. Serata organizzata dall'assessorato alle Pari Opportunità e inserito nel calendario di iniziative "365 giorni donna", che ha già proposto una partita di calcio femminile e uno splendido spettacolo di burattini dedicato ad una donna partigiana. Lo sport cambia la vita. Come ai ragazzi di Scampia, sottratti alla criminalità organizzata da Gianni Maddaloni. E, la serata che si apre con alcuni spezzoni del film "In Punta di Piedi" vuole anche ricordare le vittime di mafia. Lo sport cambia la vita di chi disabile sarebbe condannato ad una vita di emarginazione e invece è diventato un campione. Da non dimenticare le emozioni che ci sono arrivate dai nostri atleti, impegnati fino a qualche giorno fa nelle Paralimpiadi in Corea. Investire nello sport significa anche investire nell'educazione e nella cultura dei giovani e della società. E, proprio partendo da questi principi il Comune, domenica 25 marzo alle 16 al Prato della Fiera  propone "Diversamentefisiche", un esibizione di autodifesa con l'associazione Martial Tao Caselle, attività fisica adattata nell'area ginnica con la Uisp e l'inaugurazione della palestra a cielo aperto con il sodalizio Fitness Spam

La palestra a cielo aperto che sarà inaugurata domenica 25 marzo