Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

domenica 18 marzo 2018

Leinì, pasti per le famiglie che vivono momenti di difficoltà

Dai prossimi giorni, le famiglie di Leini che attraversano un periodo di difficoltà potranno trovare presso la Caritas parrocchia, oltre agli aiuti che normalmente vengono erogati, anche una mano in più. Un pasto, da portare a casa e consumare in tutta calma. Il tutto grazie ad un progetto messo a punto da Comune, parrocchia ed Euroristorazione, la società che prepara i pasti per le mense scolastiche. I pasti cotti in esubero presso il centro cottura di via Pininfarina (assieme ad altri prodotti non consumati, quali pane, frutta, budini o yogurt) saranno inseriti in appositi contenitori pluriporzione per alimenti, e sottoposti alle operazioni di abbattimento della temperatura mediante l’utilizzo di idonee attrezzature. Una volta sottoposti a questo procedimento saranno conservati in frigorifero fino al momento del trasporto, che dovrà avvenire entro 24 ore dalla preparazione. Su ogni contenitore sarà poi posta un’etichetta, riportante la tipologia di cibo contenuta, il numero di porzioni e la data di produzione. Una procedura simile sarà adottata anche per gli alimenti che possono essere consumati freddi.
Gli alimenti così confezionati saranno poi trasportati in parrocchia con mezzi igienicamente idonei, tali da assicurare ai prodotti ritirati una adeguata conservazione e protezione da agenti atmosferici o da altri fattori ambientali. Una volta giunti a destinazione, i volontari (che hanno seguito un apposito corso presso Euroristorazione) li prenderanno in carico e, dopo aver verificato che i contenitori siano integri, provvederanno a distribuirli alle famiglie già seguite dalla Caritas.
Il progetto sarò avviato in questa prima fase in via sperimentale, e sarà attivo fino alla conclusione delle scuole, vale a dire fino al prossimo 8 giugno.
«Al termine di questo periodo, con i soggetti interessati faremo le opportune valutazioni per capire come riproporlo, e se sarà possibile ampliarlo, all’avvio del nuovo anno scolastico – spiega il sindaco, Gabriella Leone – Si tratta di una iniziativa che certamente non risolverà tutti i problemi delle persone di Leini che vivono un momento di difficoltà, ma che comunque può essere un valido sostegno. Una iniziativa che si inserisce nel solco dei tanti provvedimenti adottati da questa Amministrazione nei confronti delle fasce più deboli. Un’attenzione che ha guardato al welfare in tutte le sue sfaccettature, passando dai provvedimenti per l’emergenza abitativa fino ad arrivare alle agevolazioni e alle riduzioni sui tributi. Il mio ringraziamento va alla parrocchia e all’Euristorazione, che si sono attivati per trasformare questo progetto in realtà, e a tutti i volontari che dedicheranno qualche ora del loro tempo per questa causa. Una presenza, quella del volontariato, sempre più importante per arrivare anche laddove gli enti locali, con i mezzi a disposizione, non riescono a giungere».