Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 28 marzo 2018

Mappano, "Facciamo Mappano" festeggia il suo primo anno di vita.

Prima candelina per l’associazione “Facciamo Mappano”, sodalizio culturale e politico che alle elezioni nel neonato Comune di Mappano, candidava a sindaco Roberto Tonini. Ma sarebbe troppo riduttivo oltre che sbagliato, ridurre l’esperienza di questo primo anno di “Facciamo Mappano”, come uno dei tanti cartelli elettorali che nascono in concomitanza delle elezioni amministrative e poi tornano nell’ombra. “Facciamo Mappano” è molto più di tutto questo. Lo ha dimostrato in questi mesi, crescendo sul territorio, aprendosi al confronto con nuovi amici e simpatizzanti. Stilando una tabella di appuntamenti ed iniziative di indubbio valore per tutto il territorio e non solo. Proprio per questi motivi, la sala Lea Garofalo ha fatto da cornice ad un incontro conviviale con i propri iscritti e simpatizzanti, presieduto dal presidente dell’associazione il dottor Antonio Santoriello ed il rappresentante in Consiglio comunale Roberto Tonini. Certo, indubbiamente pesano i risultati elettorali. La folgorante vittoria di Francesco Grassi ha lasciato sgomenti un po’ tutti. Ma questo non ha impedito all’associazione di guardare con fiducia al futuro, partendo proprio da risultati ottenuti e dalle prossime iniziative da proporre ai mappanesi. “Ringraziamo chi ha creduto nel nostro progetto politico ed amministrativo, ma dopo le elezioni siamo rimasti un po’ delusi dai risultati. La debacle elettorale ha fatto in modo che l’entusiasmo che si era raccolto attorno al nostro gruppo, un po’ si smorzasse, causando quello smarrimento che accompagna sempre le delusioni elettorali. Ma in occasione del lavori del primo Consiglio Comunale mappanese – continua il presidente Santoriello - ci siamo però ritrovati, cercando di capire quale futuro poteva avere la nostra associazione. E, nonostante fossimo attanagliati da qualche dubbio, alla fine il sane entusiasmo, quell’entusiasmo che ci aveva accompagnato fin dall’inizio, ha preso il sopravvento. Così abbiamo deciso di riprendere le attività. Attività che si sono concentrate soprattutto sull’analisi dell’amministrazione della cosa pubblica e dei consigli comunali, discutendo spesso su atti amministrativi, mozioni, delibere e altro”. L’associazione guidata da Santoriello, che ha fra i suoi cardini il concetto della democrazia partecipata, sia sulle attività consiliari che nell’ambito delle offerte culturali proposte agli associati. Un modello dinamico, in grado di dare a tutti i membri dell’associazione una possibilità di crescita culturale, politica ed amministrativa. Diverse le iniziative promosse dall’associazione sul territorio, una fra tutte l’adesione alla giornata di “M’Illumino di Meno”. Nei vari interventi che si sono succeduti durante la serata, diversi associati hanno raccontato la loro esperienza ed i loro progetti. Significativo l’intervento di Tonini, consigliere comunale all’opposizione, che ha parlato del fondamentale rapporto di confronto, che si è instaurato sia all’interno del gruppo, che di supporto nelle sue attività di consigliere. “Diamo il nostro contributo per creare questo comune – ha sottolineato Tonini - ma se la maggioranza non vuole collaborare, non si collabora. Stiamo attraversando una fase – ha concluso amaramente Tonini - in cui l’amministrazione Grassi non ci coinvolge su nulla. Salvo poi accusarci in pubblico e sui giornali che le minoranze non sono collaborative nella costruzione del futuro di Mappano. È un peccato, perché con tutte le energie che ci mettiamo, la nostra presenza sarebbe utile. Non solo per il Comune , ma per tutti i mappanesi”.


L'associazione Facciamo Mappano

Un momento della serata


Il consigliere comunale Francesco Tonini

Il presidente Antonio Santoriello