Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 5 aprile 2018

Borgaro – Sabato 7 aprile parte alla scuola “Grosa” la terza edizione di “Progetto 0/6” .

Nella  scuola elementare "Grosa" di via Canavere sono iniziati i preparativi per l’inizio del Progetto 0- 6. “Il suono della campanella” sabato 7 al mattino . Come ricorda  l’assessore alla P.I. Marcella Maurin che si è impegnata fortemente anche quest’anno per realizzare questa iniziativa “Quest’anno è la terza annualità del progetto promosso dalla Compagnia di Sanpaolo in collaborazione con comuni e le associazioni del territorio. Possono partecipare i bambini che non frequentano asili ed è un momento di attività varie nelle quali sono coinvolti genitori e figli , totalmente gratuito, seguito da un team di esperti e ottime educatrici . Gli iscritti quest’anno sono circa una quarantina”.  

Marcella Maurin 
“E’ un ottima opportunità per le famiglie di relazionarsi con coetanei e poter usufruirsi dei consigli di professionisti per fare in modo che l’avvicinamento alla scuola sia il più sereno possibile e al tempo stesso creare una rete di contatti tra i genitori". L’iniziativa, si svolgerà in due aule della Scuola primaria “N. Grosa” in via Canavere. Gli incontri si articoleranno in cicli e incontri e si terranno il sabato mattina dalle 10 alle 12. 

 Ricordiamo che il progetto è partito tre anni fa con il dialogo con le famiglie e l’analisi dei dati in possesso dell’Amministrazione e della scuola dove si era rilevato come l’84% dei bambini in età 0-3 non frequentava l’asilo nido, con conseguente isolamento del bambino dal contesto comunitario ed educativo e della famiglia dal tessuto sociale. Nasce così l’idea di questa azione educativa, ludica e formativa per bambini di età inferiore ai tre anni e per i loro genitori, che incrementa l’offerta già presente sul territorio. Ricordiamo che le attività previste saranno coperti dal finanziamento richiesto alla Compagnia di San Paolo e in parte, dal cofinanziamento del Comune di Borgaro.

E’ previsto per il progetto anche un suo piano di sostenibilità e questo fa si che l’impegno per la sua riuscita è quanto mai un doveroso e sarà un altro tassello importante per i progetti educativi permanenti rivolti ai piccoli borgaresi e alle loro famiglie nell’ottica di uno stato sociale che arricchisce la formazione ma anche la qualità della vita . A contorno di questo progetto pubblichiamo alcune immagini dei momenti più salienti delle passate edizioni

Dario De Vecchis