Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 11 aprile 2018

Caselle, Ultimo commosso saluto oggi ad Enzo Russo, vicecomandante della Polizia Locale

L'omaggio dei colleghi

Sono stati gli amici, i colleghi, gli amministratori, sindaci, assessori e consiglieri,  a stringersi, oggi pomeriggio, mercoledì 11 aprile, ai famigliari di Enzo Russo, 58 anni,
vicecomnadante della Polizia Locale di Caselle, scomparso domenica notte per un male incurabile all'ospedale Gradenigo di Torino, dove era ricoverato. Un addio commosso e pieno di tristezza per quella morte così prematura. Per quell'uomo che tutti hanno avuto modo di apprezzare per la sua  serietà, competenza  e gentilezza. Per quel rispetto assoluto per le istituzioni e per la divisa che indossava con orgoglio. Nella chiesa di Santa Maria gremita all'inverosimile, il parroco don Claudio ha confortato con le sue parole la moglie Marina e i famigliari, tracciando il ritratto di un uomo giusto che ha sempre fatto il suo dovere con grande impegno. Commosso il comandante di Caselle, Alessandro Teppa che non ha nascosto le lacrime leggendo,la preghiera a San Sebastiano,  protettore dei vigili urbani. Fuori dalla chiesa, nonostante la pioggia battente, decine di persone hanno atteso la salma per l'ultimo saluto. Sulla bara di semplice legno chiaro, semplice ed essenziale fino alla fine come lo è stato Enzo in tutta la sua vita, il suo cappello da vigile. Decine i colleghi arrivati da tutto il circondario per rendere omaggio ed accompagnare Enzo, in corteo con le loro auto e moto di servizio, nel suo ultimo viaggio al tempietto crematorio di Mappano.