Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 16 aprile 2018

La Città metropolitana al lavoro con il Comune di Lombardore per migliorare la viabilità alternativa dopo la chiusura del tratto della SP 460. Disagi almeno per un mese



"Siamo al lavoro con il Comune di Lombardore. Il sindaco Diego Maria Bili questa mattina con i tecnici della viabilità della Città metropolitana ha concordato un piano per aumentare la segnaletica all'indomani del nostro intervento dettato da ragioni di sicurezza per la chiusura della SP 460 tra le uscite di Leinì e Lombardore: è un nostro obiettivo prioritario supportare i Comuni per migliorare la viabilità alternativa e fare fronte ai disagi degli automobilisti, anche perché per il ritorno alla normalità trascorrerà almeno un mese”. Il consigliere metropolitano Antonino Iaria, delegato ai lavori pubblici, fa il punto sulla situazione della viabilità canavesana: "quel tratto della SP 460 era monitorato da lungo tempo ed il sindaco di Lombardore è sempre stato in contatto con i nostri tecnici della viabilità. Sabato intono alle ore 13 si è resa necessaria la chiusura del tratto, dopo che erano anche già stati posti segnalatori luminosi per rallentare la circolazione degli automobilisti: abbiamo agito per garantire in primo luogo la sicurezza. Comprendo i disagi e confermo la disponibilità della Città metropolitana a supportare il Comune di Lombardore per migliorare la viabilità alternativa sulla SP 267". Il tratto è stato chiuso a causa di cedimento del corpo stradale: il maltempo delle ultime settimane aveva aggravato la situazione per cui si sta provvedendo al organizzare un intervento urgente di consolidamento del manto stradale.