Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 26 aprile 2018

Mappano, il primo 25 Aprile del Comune.


Il primo 25 Aprile, anniversario della Liberazione, per il neonato Comune mappanese, ha rappresentato un momento corale di partecipazione da parte dei cittadini, degli studenti, delle associazioni, e degli amministratori locali. Complice sicuramente una splendida giornata di sole, che ha saputo incorniciare al meglio la manifestazione mappanese, il corteo si è mosso da piazza don Amerano, in direzione del Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, aperto dalle note musicali della banda di Torino. A seguire la corona da collocare sul monumento, dove, per la prima volta è campeggiata la scritta “Comune di Mappano”, e poi il sindaco Francesco Grassi, accompagnato dalla vice Paola Borsello, dagli assessori Massimo Tornabene, Davide Battaglia e Paola Maestrello, accanto ai consiglieri di minoranza Valter Campioni, Gigi Gennaro e Roberto Tonini, infine un lungo colorato striscione di labari, gagliardetti, bandiere d’arma, di partito. Come sempre, presenti anche in questa commemorazione gli studenti dell’Istituto Comprensivo Giovanni Falcone, accompagnati dalle insegnanti e dal dirigente Lucrezia Russo, a testimonianza del grande impegno culturale e civile profuso dalle scuole di Mappano, sensibili verso il tema della Resistenza e della Libertà. Infatti gli studenti hanno poi letto alcune riflessioni dedicate alla Liberazione dal nazifascismo del nostro Paese. Non poteva mancare, in questa importante manifestazione mappanese, l’orazione del primo cittadino, il sindaco Francesco Grassi, il quale ha ricordato la centralità e l’importanza per tutti, delle celebrazioni legate al 25 aprile. Un ricordo di un mappanese che subito sulla propria pelle le sofferenze ed i soprusi generati dal mostro concentrazionario, è stato letto dalla giovane Vittoria Tonini. Culmine della manifestazione è stata l’orazione di Angelo Boccalatte, esponente dell’Anpi provinciale. Insomma una bella celebrazione, ben organizzata, sotto l’attenta regia di Enzo Santullo e dei volontari dell’associazione “Arcobaleno” che, accanto ai Carabinieri hanno controllato e deviato il traffico automobilistico lungo tutto il corteo, in mancanza dei vigili di Mappano. Al termine della manifestazione l'associazione dei commercianti "Viviamo Mappano" ha offerto un rinfresco a tutti i partecipanti.


Un Alpino ed un Carabiniere portano la Corona ai caduti


La rappresentanza dell'Arma dei Carabinieri 

Gli studenti dell'Ic Falcone con la dirigente

La banda musicale Giuseppe Verdi di Torino

Il presidente Folchi con il labaro dell'Unitre

Le autorità convenute in piazza don Amerano

Il labaro del Centro Anziani

La presidente Moletto con la delegazione della Pro Loco

Enzo Santullo

Davanti al Monumento ai caduti di Tutte le Guerre

Il parroco benedice la corona
Gli onori ai caduti

Gli studenti mappanesi

Barbara Damiano di "Viviamo Mappano"

La giovane Vittoria Tonini

L'oratore ufficiale dell'Anpi Angelo Boccalatte