Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 14 maggio 2018

Borgaro - Il principio di legalità e i valori che ne derivano sono fondanti di ogni paese democratico. Ricordando Lea Garofalo e il suo grande coraggio: il coraggio di dire "no"

Marisa Garofalo tra Paolo de Chiara e Lucrezia Russo
Al grido di "Noi stiamo con Lea" contro tutte le mafie e sulle note della canzone "Pensa" di Fabrizio Moro, si è svolta questa mattina, lunedì 14 maggio, la grande manifestazione contro la criminalità organizzata delle scuole medie di Borgaro. Ospiti d'onore della manifestazione, Marisa Garofalo, sorella di Lea una giovane mamma che per combattere la n'drangheta ci ha rimesso la vita e il giornalista d'inchiesta, Paolo De Chiara. La manifestazione si è aperta al cinema teatro Italia dove Marisa Garofalo ha raccontato la tragica storia di Lea e del suo coraggio, ma anche della scelta della figlia Denise, giovane ragazza che oggi vive sotto protezione. Parolie forti e commoventi che hanno trasmesso ai ragazzi un grande messaggio di speranza, ma anche l'impegno che la mafia si può sconfiggere se si sta tutti insieme dalla parte dello Stato. Paolo De Chiara invece ha spiegato come sia necessario crescere i giovani, che sono il nostro futuro e presente, con una cultura di giustizia. La manifestazione è proseguita con una camminata per la legalità fino in piazza della Repubblica. Presente all'iniziativa ovviamnete la preside, Lucrezia Russo e l'assessora alla cultura Marcella Maurin.