Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 5 maggio 2018

Borgaro - Gruppo Latella :«Cascina Nuova? Ormai è un magazzino». La risposta del sindaco Gambino.

Cascina Nuova? «L’ennesimo segno del degrado in cui versa questa città». A muovere nuove critiche all’Amministrazione Gambino, il trittico di opposizione formato da Marco Latella, Cristiana Sciandra e Alessandro Ferricchio. «In particolare, vogliamo sottolineare il fatto che nel cortile della Cascina, dove è vietato l’accesso alle auto, tranne a quelle munite di debita autorizzazione, ormai è un via vai continuo. E non sempre le auto entrano o escono a velocità moderata. Il rischio è che prima o poi qualche bambino, che viene nel cortile a giocare con tranquillità e sicurezza, oppure che frequentano le attività di alcune delle associazioni che hanno sede qui, possa finire col farsi male. Sarebbe opportuno porre rimedi prima che capiti qualche incidente serio», sottolineano.
E dopo l’accesso, il cortile: «Ormai trasformato in una sorta di magazzino - aggiungono - nel quale albergano da mesi una dozzina di panchine, altrettanti cestini di grandi dimensioni e poi pacchi e pacchi di altro materiale. Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni in questo senso. Crediamo che i soldi dei borgaresi debbano essere spesi in modo migliore, e non per comprare del materiale poi abbandonato per mesi in un cortile, esposto alle intemperie».
Critiche che non scompongono il sindaco, Claudio Gambino: «Chi sa come funziona la finanza pubblica, sa che a fine anno si sblocca la possibilità di usare l’avanzo di amministrazione per interventi sul territorio, che devono essere chiusi, però, in tempi rapidissimi. La nostra scelta è stata quella di acquistare elementi di arredo urbano da posizionare poi nelle aree verdi e nei parchi giochi della città oltre che al parco Chico Mendes. Quel parco che proprio il gruppo Latella aveva bollato qualche tempo fa come abbandonato a se stesso. È ovvio che certi lavori non si possono effettuare in inverno, per cui con la primavera, tempo permettendo, quelle panchine, quei cestini e gli altri elementi acquistati saranno posizionati». E per quanto riguarda l’accesso a Cascina Nuova? «L’assessore Spinelli è già al lavoro anche per questo. L’idea è quella di inibire l’accesso con una sbarra, e di fornire il telecomando per sollevarla solo a coloro che sono autorizzati ad entrare con l’auto».