Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 30 giugno 2018

Rivarossa - Ieri, venerdì 29 giugno, è andato in scena il nuovo Consiglio comunale



Si è insediato ieri sera il nuovo Consiglio comunale. Dopo una campagna
Il giuramento del sindaco Enrico Vallino
elettorale piuttosto velenosa e dai toni aspri, l'amministrazione uscita dalle urne lo scorso 10 giugno si appresta ad iniziare la sua consiliatura. Il sindaco Enrico Vallino nel suo discorso di insediamento ha invitato tutti i consiglieri a voltare pagina ed ad iniziare il percorso amministrativo a favore della collettività.
"Il mio ringraziamento va a tutte le persone che mi hanno sostenuto - ha esordito - mi hanno consigliato e aiutato dal momento della candidatura. Ringrazio coloro, e non sono pochi, che con generosità hanno contribuito alla stesura del progetto elettorale, investendo tempo ed energie, partecipando con idee e con proposte alla realizzazione di una campagna elettorale a diretto contatto con i cittadini. Il più sentito ringraziamento va a tutti i cittadini di Rivarossa che ci hanno dato
La fascia
fiducia. Il mio intendimento, e penso anche quello di tutti i consiglieri, è di onorare tale fiducia per tutta la durata del mandato". Poi si è rivolto ai neo eletti consiglieri: "a loro vanno i miei più sinceri complimenti per l'elezione in questa assemblea, sede dove si esercita la democrazia della rappresentanza, e l’augurio di buon lavoro affinché possiate dare il meglio di voi per il bene del paese. Un augurio particolare va ai giovani consiglieri che hanno sentito il dovere di mettersi in gioco e intraprendere questa bella esperienza al servizio del proprio paese". Quindi ha esortato tutti alla dialettica: "è proprio dal confronto tra persone che la pensano diversamente, che trae alimento la democrazia, maturano le società, si consolidano le comunità perché Rivarossa ha bisogno di tutti e non solo di una parte". Sempre emozionante è stato il momento del giuramento sulla Costituzione e l'attribuzione della fascia tricolore di primo cittadino.  Dall'opposizione ringrazimanti agli elettori sono arrivati da Giovanni Amateis che si è detto fiero e anche un po' spaventato del compito che li attende, ma si è anche tolto un sassolino dalla scarpa pretendendo le scuse per gli insulti che dalla maggioranza o dai loro sostenitori sono arrivati alla sua lista "Rivarossa nel cuore". Durante la seduta sono anche state presentate le due nuove assessore, Donata Ponchia che arà anche vicesindaca e Jessica Barengo. Decisi anche i capigruppo: per la maggioranza Fabrizio Morutto e per l'opposisizione Paolo Cinquanta.

Jessica Barengo e Donata Ponchia le due assessore

L'intervento di Giovanni Amateis

Fabrizio Morutto capogruppo di maggioranza

Paolo Cinquanta capogruppo dell'opposizione


Mappano - Delusione dell'APRI per la mancata intitolazione di una via a Ellen Keller, grande educatrice non vedente e non udente


Ci avevano sperato. Sarebbe stato un segnale importante, ma l'amministrazione
Marco Bongi
di Mappano aveva già deciso ed ora la delusione è palpabile. "Proprio il 27 giugno, data in cui si celebra la Prima Giornata Nazionale delle persone sordo-cieche - commenta il presidente di APRI l'associazione Pro-retinopatici e Ipovedenti, Marco Bongi -
ci è giunta la notizia che l'amministrazione mappanese non ha accolto, almeno per ora, l'appello della nostra associazione per la dedicazione di una via alla grande educatrice non vedente e non udente Elene Keller.
Sembra quasi una beffa! Anche se dall'associazione non si vogliono certo fare drammi, la delusione è comunque c'è anche perchè, nella lista delle nuove intitolazioni, compare almeno un nominativo, quello di Margherita Hack, scomparsa solo nel 2013. La normativa richiederebbe invece un periodo di almeno dieci anni fra la morte del personaggio e l'intitolazione toponomastica". Secondo l'amministrazione di Mappano la proposta è arrivata dopo il suono del gong, ma questo non significa che in futuro non sarà presa in considerazione. "Evidentemente 'Nemo profeta in Patria' come dicevano i latini" - prosegue Bongi che risiede tra l'altro proprio  proprio a Mappano - Molti comuni infatti ci cercano e ci coinvolgono in decine di progetti ma qui forse resiste qualche vecchia ruggine politica. In ogni caso l'associazione non intende tornare troppo a lungo sulla questione. Forse supplirà il sindaco di Borgaro Claudio Gambino, che abbiamo incontrato martedì scorso, il quale si è detto favorevole ad intitolare un giardino a Louis Braille. Non una via,  solo perchè Borgaro non ne ha di nuove da denominare". 

Volpiano - Assemblea aperta con le istituzioni ai cancelli di Comital dopo il fallimento




Gianna pentenero e Fabrizio Torchio
La situazione è delicata, ma ancorapossiede margini di trattativa. Per i 110 lavoratori della Comital di Volpiano si può ancora essere un filo di speranza. Il tribunale di Ivrea ha dichiarato il fallimento dell’azienda per mancanza di proposte di acquisto, negando la continuità produttiva, ma ora forse per il curatore fallimentare, Fabrizio Torchio ci sono possibilità di unire sotto un unico cappello i tre soggetti, il proprietario dei muri dello stabilimento di via Brandizzo, i lavoratori e la proprietà dei macchinari, e far sì che i potenziali acquirenti si facciano avanti con una proposta concreta, ma bisogna fare in fretta. Perchè i lavoratori cui è stata negata la continuità produttiva ora sono senza ammortizzatori sociali e ameno che le condizioni non cambino sarà difficile intervenire  e far riattivare la cassa integrazione che avrebbe docvuto scadere a novembre. “Il fallimento era nell’aria – ha spiegato ieri mattina l'assessora regionale al lavoro Gianna Pentenero intervenuta all'assemblea aperta dei lavoratori -. Non ce lo aspettavamo ora. Si sta lavorando per arrivare ad una sintesi fra tutti i soggetti coinvolti, ma bisogna fare in fretta, anche e soprattutto per tutelare i lavoratori in questo momento privi di qualsiasi sostentamento. Il nostro impegno per garantire un futuro a questa importante realtà produttiva resta massimo”. L’assemblea di ieri mattina, organizzata dalle organizzazioni sindacali, Fiom in testa, è servita a chiamare a raccolta le istituzioni locali “affinchè – dice Federico Bellono della Fiom-CGIL torinese – non si abbassi l’attenzione su la questione Comital, azienda che in questi mesi ha trovato commesse e ha liquidità e professionalità che rischiano di andare disperse”. E, ieri mattina  a sostenere con la loro presenza i lavoratori sono arrivati sindaci, amministratori locali e della Città metropolitana e parlamentari di tutte le forze politiche. "Non deve calare l'attenzione - è stato l'appello del sindaco di Volpiano, Emanuele De Zuanne -. Insieme è possibile trovare una soluzione che garantisca il sito produttivo e i lavoratori che non sono numeri. Sono persone. Sono famiglie".
I lavoratori


Le istituzioni locali

Federico Bellono e il sindaco De Zuanne

Rivarossa, Protezione Civile in festa per la nuova sede

Gruppo di Protezione Civile "La Torre" in festa, domenica 1° luglio, per l'inaugurazione della nuova sede. Una sede a due passi dal Comune, data in comodato d'uso ai volontari e da loro rimessa a nuovo. Il programma della giornata prevede alle 10 il ritrovo presso il campo sportivo "Ciapei", e alle 11.15 la messa, celebrata presso la piazzetta del Comune, in via Don Cavoretto. Alle 12 la benedizione della sede, con l'alzabandiera, il saluto alle autorità presenti e un piccolo rinfresco offerto a tutti i partecipanti. Dalle 13 il pranzo al campo sportivo e dalle 15.30 la visita del mezzi del coordinamento riservata ai bambini, con simpatici giochi istruttivi. Dalle 16.30, invece, la visita dei mezzi del coordinamento aperta a tutti.  


Leini, a lezione di T'ai Chi Ch'uan

Sabato 23, presso la palestra "Il Faro Karate Club Leinì" di strada Volpiano, si è tenuto l'incontro divulgativo teorico pratico gratuito "Il T'ai Chi Ch'üan: una via al benessere psicofisico". 
Il maestro Sergio Volpiano, dell'Asd Nei Ching, ha lavorato con i convenuti utilizzando le antiche tecniche del corpo cinesi. All'inizio qualche minuto di meditazione seduta ha favorito il raccoglimento e l'attivazione energetica dei vasi di concezione e governatore, i due vasi più importanti degli otto detti "straordinari" della Medicina Cinese. Più tardi sono entrati in gioco anche i restanti vasi durante la ginnastica di riscaldamento: il Pa Tua Chin. È  stata quindi eseguita la forma del T'ai Chi Ch'üan  (Boxe del Culmine Supremo), vera e propria meditazione in movimento, che ha favorito la grande circolazione del Ch'i, l'energia vitale, nei dodici meridiani principali. Il tempo restante è stato dedicato alle applicazioni dei movimenti della forma in funzione di autodifesa. È stato un buon momento conviviale, nell'atmosfera serena della palestra, un'occasione per entrare più profondamente in consapevole contatto con sé stessi e gli altri. 



venerdì 29 giugno 2018

Mappano - "La favolosa storia delle verdure" non fa breccia nel cuore dei mappanesi



Un libro è un regalo speciale per persone speciali. Purtroppo le persone speciali
Giancarlo Cerutti e Sara Bellosta
sono sempre troppo poche. Ecco perchè il Circolo Culturale "LiberiTutti", l'associazione "ViviamoMappano" con il patrocinio del Comune hanno pensato ad una serie di serate con protagonista il libro e la lettura. Ma non argomenti di un certo spessore e magari un po' pesanti nelle calde sere d'estate: temi leggeri, originali, curiosità. Un'idea che almeno nella prima serata, giovedì 28 giugno, non è riuscita a catalizzare l'interesse del pubblico. In pochi, inutile negarlo, si sono presentati nella piazzetta Conad per scoprire perchè si dice che "i bambini nascono sotto i cavoli" o le carote sono arancioni per fare solo qualche esempio. "La meravigliosa storia delle verdure" un vero e proprio saggio storico, ricco di suggestioni e notizie non solo botaniche e culinarie, non è riuscito a carpire l'interesse dei mappanesi.  Ma, gli organizzatori non si arrendono e altre serate saranno organizzate non fosse altro che per ringraziare Rachele, Rebecca, Chiara, Matteo e Dario, i cinque bimbi che hanno presentato i loro bellissimi disegni ricevendo un piccolo dono (offerto dal supermercato Conad) ma anche carote biologiche e salutari ribes. Un appunto: quando i commercianti di quella zona si lamenteranno perchè lì sono dimenticati e non si organizza mai nulla, sarà necessario magari dovrà ricordargli che quando qualcuno con coraggio prova a cambiare le cose, loro le serrande le tengono abbassate. Chi è causa del suo mal.... Un ringraziamento particolare va al supermercato Conad ed in particolare a Giancarlo Cerutti, all'assessora Cristina Maestrello alla consigliera Sara Bellosta che si è anche adatatta a leggere per tutti la storia del cavolo e all'amica sempre pronta a partecipare e a dare una mano Marcella Maurin, a Chiara, Vittoria e Giulia che hanno letto le storie che ci è piaciuto raccontare


Torna da oggi e fino a l'8 settembre il servizio Night Buster per Mappano, Leini e Volpiano


Torna da oggi, bvenerdì  29 giugno e fino all’8 settembre il servizio Night Buster” promosso dall’Agenzia per la Mobilità Piemontese. Grazie a questa iniziativa verrà garantito, nella fascia oraria tra la mezzanotte e le 5, con cadenza oraria, il transito della Linea N14 che collegherà i Comuni di Mappano, Leinì e Volpiano fino al centro della Città di Torino; un servizio che permetterà, soprattutto ai giovani, di partecipare in totale sicurezza alle iniziative culturali e aggregative promosse, durante l’estate, nel capoluogo subalpino.
Questi gli orari e le fermate:


giovedì 28 giugno 2018

Leini - Festa Patronale di San Lorenzo .Il programma dal 6 al 15 luglio in piazza Vittorio Emanuele



Si stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli per la festa patronale che riproporrà le più celebri colonne sonore dei film di Bud Spencer e Terence Hill. 
di San Lorenzo, in programma dal 6 al 15 luglio in piazza Vittorio Emanuele. Per quanto riguarda l’aspetto musicale, il compito di aprire la kermesse toccherà alla “Dunne Buggy Band", 
Sabato 7, in concomitanza con la notte bianca, spazio  ai Radio Paxi, una delle più note tribute band di Vasco Rossi.

Domenica 8 sera saranno di scena i ritmi più scatenati degli anni ’60, dal beat al twist al surf, con i Re Beat. . La serata di lunedì 9 sarà dedicata alla classe e all’eleganza della danza, con le esibizioni delle varie scuole di ballo cittadine. Dopo la musica e il ballo, le risate. Martedì 10 sul palco di piazza Vittorio lo spettacolo di Beppe Braida, famoso per le sue partecipazioni a Zelig e Colorado Cafè. A chiudere la serata le note di Anna e Roby Music. Da mercoledì 11 a venerdì 13, tre serate dedicate agli amanti del liscio, ma non solo, con le esibizioni delle orchestre spettacolo Liscio Simpatia (mercoledì 11), Michael Capuano (giovedì 12) e Loris Gallo & Coco Girls (venerdì 13). Venerdì 14 sbarcano a Leini con il loro spettacolo i Cinemaniax: due ore filate tra le più importanti colonne sonore dei film e dei musical che hanno fatto la storia del cinema,
ma anche del pubblico. 
A chiudere, domenica 15, la tribute band di Ligabue Libera Uscita.
Inoltre, tutti giorni, dalle 17.30 in poi, attività per bambini organizzate dall’associazione “Voglio solo un sorriso – Martina”, e tutte le sere il servizio ristorazione in piazza.

mercoledì 27 giugno 2018

Top-Edge e Mip al Top, due progetti finanziati con 3 milioni di euro dal Bando periferie per agevolare le imprese

Sono stati attivati due  bandi di sostegno alle imprese nell’ambito del progetto Top Metro, finanziato dalla Presidenza del Consiglio con i fondi del “Bando periferie”. Tre milioni di euro saranno stanziati a favore delle imprese collocate nel territorio della Città metropolitana.
Il primo progetto, Top-Edge, sostiene le spese per l'insediamento e l'ampliamento
Dimitri De Vita
delle imprese che localizzano una sede produttiva in uno dei Comuni sotto indicati, premiando la capacità occupazionale dei programmi di investimento presentati. E' rivolto alle imprese che si insedieranno a Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro, Settimo e Venaria.
Le imprese devono presentare un programma di investimenti organico che possa essere realizzato entro il 30 settembre 2020 e assumere nuovo personale dipendente a tempo indeterminato, mantenendolo in organico sino almeno a tutto il 30 settembre 2023 e comunque per almeno tre anni successivamente al termine dell'investimento. Possono beneficiare del contributo metropolitano anche le imprese che, al momento di presentare la domanda, non abbiano ancora una sede produttiva nel territorio di uno dei Comuni elencati. 
Il contributo, a fondo perduto, sarà pari al 20% delle spese ammissibili, con maggiorazione al 25% per assunzione di lavoratori "svantaggiati", fino a un importo massimo di 200mila euro per ciascuna impresa. L'intervento ha una dotazione finanziaria complessiva di 2 milioni e mezzo di euro. Le domande potranno essere presentate a partire dal 10 luglio  e il bando resterà aperto fino al 30 settembre. Le imprese saranno selezionate in ordine di presentazione delle domande.

Il secondo progetto, Mip al Top, prevede la concessione di contributi a imprese e attività di lavoro autonomo neo-costituite con sede operativa negli stessi Comuni indicati a proposito del progetto Top-Edge. Possono partecipare al bando le imprese e le attività di lavoro autonomo che hanno seguito e concluso il percorso previsto dalla Misura 1 del programma Mip-Mettersi in proprio. Si tratta quindi di un intervento complementare e integrato con il Mip stesso. L’iniziativa facilita la promozione e la crescita delle imprese e delle attività di lavoro autonomo avviate attraverso la concessione di un contributo massimo di 5mila euro per ciascuna attività. È inoltre possibile richiedere una maggiorazione del contributo - fino all'importo massimo di 2mila euro - per quelle attività che hanno caratteristiche di innovazione sociale, in quanto favoriscono l'inclusione sociale e la realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano e urbano. L'intervento ha una dotazione finanziaria complessiva di 500mila euro ed è attuato con modalità a sportello, che resterà aperto fino all'esaurimento delle risorse disponibili. La data di apertura dello sportello è il 10 luglio.
“È un’occasione importante, con una disponibilità di fondi significativa, quella che si presenta alle imprese del nostro territorio - spiega il consigliere metropolitano con delega allo sviluppo economico e alle attività produttive Dimitri De Vita -. Si tratta di progetti che favoriscono processi di reindustrializzazione delle periferie e di contrasto alla disoccupazione e al precariato, due tra le limitazioni principali all'inclusione sociale”.

Borgaro/Leini – Eleonora Costa leinicese e gloria del nuoto borgarese sarà premiata dalla River Borgaro sabato 30 all’Open Day per la festa dei 25 anni della piscina estiva.




Durante i festeggiamenti dei 25 anni di attivita' della piscina estiva di Borgaro, grazie anche alla segnalazione di Giuseppe Costa, ci sarà una premiazione speciale per  la nuotatrice leinicese Eleonora Costa.  Costa è l'atleta della società borgarese piu' vincente di sempre, in ambito nazionale.


Nel suo palmares puo vantare molti titoli italiani giovanili e la presenza anche in nazionale tra i quali il terzo posto in staffetta ai campionati assoluti italiani del 2013 dove sul podio e' presente anche Federica Pellegrini. La nuotatrice ha abbandonato l’attività agonistica sportiva e si è buttata nello studio dove si è  appena laureata  in psicologia e dopo lo studio fa l'istruttrice di nuoto a Settimo e a Borgaro 




Leinì- Presentato il libro sulle Vaude di Pierfelice Ronco.


Molto interesse e curiosità ha suscitato la serata di presentazione del libro di Pierfelice Ronco “Il Campo militare delle Vaude. Dalle origini ai giorni nostri”. Giovedì scorso, la sala consigliare di Leinì, grazie all’iniziativa promossa dal Circolo Culturale “Liberi Tutti” insieme al giornale “NonSoloContro” online, con il patrocinio del Comune di Leinì, un folto gruppo di cittadini ha potuto scoprire o riscoprire, grazie anche alle slide, contenenti materiale spesso inedito, le origini, le vicende di questo territorio che si affaccia su Leinì, conosciuto come le Vaude. Vicende che partono dall’epoca longobarda per arrivare ai giorni nostri. L’autore Ronco, introdotto dal giornalista di Nsc Davide Aimonetto, ha saputo magistralmente accompagnare il pubblico presente, in un viaggio affascinante, fra testimonianze archeologiche, vicende militari, aneddoti ed aspetti poco conosciuti della vita quotidiana del tempo. Molte le domande e le curiosità poste all’autore alla fine della serata. Le Vaude sono state un luogo che, per generazioni di soldati ed ufficiali sabaudi prima, del Regno d’Italia poi, e per un certo periodo anche della Repubblica, ha rappresentato il terreno ideale su cui svolgere esercitazioni militari, via via sempre più complesse. Pochi sanno, anche perché le testimonianze sul territorio sono sempre più labili, che le Vaude nei primi anni del novecento, hanno ospitato anche uno dei primissimi aeroporti militari, di addestramento volo, inaugurato nel 1912. Senza contare che presso le sue strutture si sono sperimentate alcune innovazioni, che hanno poi fatto la storia nel campo della balistica e del collaudo delle nuove artiglierie. In questi luoghi con impegno e passione, nacque quella prima generazione di tecnici ed ingegneri che tanta parte avranno nella nascente industria subalpina. Insomma una storia, militare, ma non solo, che attraversa i secoli, ma che rappresenta il punto di svolta nella ricerca della chimica, della balistica e dell’ingegneria. Tutti elementi questi che Pierfelice Ronco, appassionato di storia in generale, e di quella militare in particolare, ha saputo raccontare nel suo libro, con una passione che ha contagiato tutti i presenti durante la serata leinicese. Ronco in anni di lavoro, ha raccolto un ricchissimo e spesso inedito apparato fotografico e documentario, in grado di ricostruire in maniera attenta e scrupolosa la genesi e lo sviluppo del Campo militare delle Vaude. Il frutto di questa ricerca è confluito in un volume, intitolato “Il Campo militare delle Vaude. Dalle origini ai giorni nostri”. (Editrice tipografia Baima-Ronchetti & C.), che è in vendita a Leinì, presso la Libreria - Edicola “Franco” Via Lombardore 8; tel. 0119978093, email edicolafranco@virgilio.it

L'autore Pierfelice Ronco con il giornalista Davide Aimonetto

Un momento della serata

L'autore autografa le copie



martedì 26 giugno 2018

Colpo di calore nei cani, come prevenirlo. I consigli del dottor Andrea Fontana

Il colpo di calore può colpire anche i nostri amici amici a quattro zampe. L'esperto, il dottore veterinario Andrea Fontana spiega come prevenire il colpo di calore nel cane prendendo le dovute precauzioni contro l'afa
"Quando le temperature diventano davvero calde e superano i 30 gradi  - dice - i nostri cani non sono più in grado di termoregolarsi autonomamente e possono andare incontro a pericolosi colpi di calore. Per questo è necessario innanzitutto ricordarsi di non portare il proprio cane fuori a correre e giocare, ma è anche molto importante lasciarlo riposare in luoghi freschi ed ombreggiati, senza dimenticare che uscire muniti di una bottiglia di acqua fresca per dissetare e rinfrescare fido, è fondamentale".
Ecco come sempre i suoi consigli:




Borgaro – 25 anni della Piscina estiva la River Borgaro festeggia sabato 30 giugno con un Open Day !



Un Open Day per un anniversario da festeggiare quello dei 25 anni dall’apertura della Piscina estiva a Borgaro . L’evento è organizzato dalla Polisportiva River Borgaro con un fitto programma di iniziative sabato 30 giugno a partire dalle 10 per arrivare al calar delle tenebre con un White River Party ovvero un apericena a bordo vasca offerto dalla River. Durante la giornata si svolgerà un torneo di beach volley, ci sarà il Luna Park in terrazza e Baby park . Nella parte sportiva del programma da ricordare dalle 12 alle 15 la Mega staffetta per adulti; alle ore 17 la performance di ginnastica artistica sulla terrazza, alle 18 la partita che chiude il campionato di serie D tra River Borgaro – VS Waterpolo Novara e alle 19 l’esibizione di nuoto sincronizzato . Tante iniziative per il 25 anni della piscina estiva!!

Mappano - La favolosa storia delle verdure tra leggende, modi di dire e curiosità. L'appuntamento giovedì 28 giugno in piazzetta Conad


Pomodori, carote, cavoli... Le verdure sono le vere protagoniste della serata in programma giovedì 28 giugno dalle 21 alle 22 nella piazzetta Conad. Non una serata, come si potrebbe immaginare, dedicata a ricette o piatti gastronomici, ma a tante simpatiche curiosità. 
Cosa ci sarà mai da raccontare su una carota, un cavolo o un pomodoro, qualcuno si chiederà, che non sia già stato detto e soprattutto cosa di così interessante da scriverne addirittura  un interolibro? E invece, nel libro "La favolosa storia delle verdure" di Evelyne Bloch-Dano da cui la serata trae ispirazione, le curiosità abbondano. Quanta storia e quanta tradizione si nasconde dietro le foglie colorate del cavolo, o i tuberi arancioni...
"Ogni verdura descrive due storie - afferma l’autrice -  la grande storia e la storia piccola, relativa ai ricordi di qualcuno. Ognuno porta con sé il ricordo di un determinato profumo d’infanzia. O ancora, tutti certamente associamo determinati sapori ad alcuni momenti particolari della vita o al ricordo affettuoso di un piatto tipico della nonna".
La serata, la prima di quattro, dove il tema conduttore sarà sempre un libro curioso ed originale, è organizzata dall'associazione culturale "LiberiTutti" in collaborazione con l'associazione commercianti "ViviamoMappano" e il patrocinio del Comune.
Inoltre tutti i bambini potranno portare un loro disegno a tema "le verdure" e il più originale sarà premiato.
Se siete curiosi di sapere perchè i bambini nascono sotto i cavoli, o perchè l'espressione "vivere di carote" significa truffare, o perchè il grande biologo Mendel scelse propio i piselli per formulare le leggi sull'ereditarietà non mancate all'appuntamento di giovedì sera.

Mappano - 10079: è il nuovo cap del Comune


Un nuovo tassello arricchisce oggi, il processo di unificazione del territorio di
Paola Borsello
Mappano: il nuovo codice di avviamento postale. "Già nel luglio 2017 l'amministrazione aveva incontrato i funzionari delle Poste - spiega la vicesindaca, Paola Borsello - per affrontare i problemi in essere sia sui tempi e disguidi di recapito  della corrispondenza, sia sulla possibilità di un ampliamento dell'ufficio postale sul territorio. Nonostante lo scorso settembre il Ministero dello Sviluppo Economico avesse indicato  il cap di Caselle come acquisito su Mappano, è stato concordato e ottenuto da Poste Italiane un codice di avviamento postale nuovo, il 10079 che identifica in modo inequivocabile il territorio comunale di Mappano". L'unificazione del punto di smistamento della corrispondenza, attualmente distinto tra zona ex caselle e borgaro e zona ex leini e settimo dovrebbe arrivare presto a regime e ad un miglioramento del servizio. "Resta ancora aperta la questione legata all'ufficio postale - conclude Borsello - per la quale si stanno facendo gli opportuni incontri e passaggi per una sistemazione più consona alle esigenze della cittadinanza".


Mappano - Nuova toponomastica: sei vie cambiano nome

Toponomastica in primo piano a Mappano. La delibera che cambia il nome alle vie
Massimo Tornabene
con doppia denominazione è arrivata ieri con delibera della Giunta.  “Alle spalle di questa delibera – spiega Massimo Tornabene, assessore delegato alla viabilità – vi è stato un lavoro approfondito che ci ha portato a soluzioni che, come stabilito in Consiglio comunale, hanno tenuto in considerazione sia il numero dei residenti che il numero e la tipologia delle attività economiche presenti, per ridurre i disagi, diretti e indiretti, cui i cittadini e le imprese dovranno sottostare”. Aggiunge l'assessore Davide Battaglia: "particolare attenzione  è stata dedicata ai disagi che toccheranno le imprese, con riguardo a quelle artigiane, sicuramente meno attrezzate rispetto alle realtà industriali più strutturate”. 

Le vie che cambieranno denominazione saranno:  Via Leonardo Da Vinci, ex Leini, che assumerà il nome di Via Madre Teresa di Calcutta, Via Enrico Fermi, ex Borgaro, che assumerà il nome di Via Margherita Hack, Via Alessandro Volta, ex Borgaro, che assumerà il nome di Via Rita Atria, Via Mappano, ex Caselle, che assumerà il nome di Via Maria Montessori, Via Tiziano Vecellio, ex
Davide Battaglia
Caselle, che assumerà il nome di Via Ilaria Alpi. Una nuova denominazione è stata assegnata anche al nuovo tratto interno di Strada Cuorgnè parallelo a  Via Marconi  che assumerà il nome di Via Rita Levi Montalcini, mentre manterranno lo stesso nome Via Galileo Galilei ex Borgaro e Via Galileo Galilei ex Leinì poiché quest’ultima, posta al confine, non presenta e non prevede a piano regolatore la necessità di assegnare dei numeri civici. 

“La scelta dei nomi – spiega il vice sindaca Paola Borsello – è frutto di quanto condiviso tra maggioranza e minoranza, ossia intitolare le vie a donne che, a livello locale, nazionale e internazionale, hanno rappresentato, per le azioni compiute nella loro vita, valori coerenti con i principi fondanti della Costituzione della Repubblica Italiana. Nello specifico si tratta dei nomi che hanno ottenuto i maggiori riconoscimenti, da parte delle donne
Paola Borsello
mappanesi, in occasione della manifestazione pubblica organizzata lo scorso 8 marzo”. 

Le nuove denominazioni diverranno effettive non appena la Prefettura di Torino emetterà il necessario decreto, indicativamente entro un paio di mesi. “A quel punto – conclude Tornabene – verrà data comunicazione ufficiale ai residenti e alle imprese interessate e verranno indicati gli adempimenti a cui potrà far fronte direttamente il Comune. I nostri uffici saranno poi a disposizione per gestire specifiche necessità che richiedano il diretto intervento dell’Amministrazione”.

Maxi operazione al campo Rom

Roghi tossici, furti e ricettazione: maxi blitz dei carabinieri nel campo rom di strada Aeroporto: 14 misure cautelari e 15 denunce. Una vasta operazione dei carabinieri  è scattata questa mattina all'alba nel campo nomadi di strada Aeroporto. Circa cento carabinieri del Comando provinciale di Torino (con la collaborazione del Reggimento Piemonte e da personale dell'Nucleo Elicotteri ) stanno perquisendo l’area. I militari stanno eseguendo 14 misure cautelari, tra cui tre custodie cautelari in carcere, 9 obblighi di presentazione alla P.G, 2  misure del divieto di dimora, e 15 denunce a piede libero nei confronti di altrettanti rom, disposte dall'autorità giudiziaria nell'ambito di una indagine su gravi reati in materia ambientale ed una serie di delitti contro il patrimonio, tutti fatti accertati dal luglio 2017 al marzo 2018.