Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 15 giugno 2018

Intesa Sanpaolo, Compagnia di San Paolo, Città metropolitana di Torino e Cgil Cisl Uil Torino rinnovano l’accordo per l’anticipo della cassa integrazione per gli anni 2018-2019


Buone notizie. Una volta tanto. È stato, infatti, rinnovato l’accordo per
Chiara Appendino
l’anticipo delle indennità di cassa integrazione straordinaria, comprensiva dei contratti di solidarietà, ai lavoratori e alle lavoratrici residenti nell’area metropolitana di Torino. Fino al 31 dicembre del 2019, i lavoratori e le lavoratrici in attesa del pagamento dall’Inps - in particolare i dipendenti di imprese per le quali sia stata richiesta la concessione del trattamento per ristrutturazione, riorganizzazione, crisi aziendale, contratto di solidarietà - potranno chiedere alla banca firmataria dell’intesa un anticipo della prestazione. Inoltre, troveranno sostegno anche i dipendenti interessati dal Fondo di integrazione salariale (Fis). L’accordo - sottoscritto da Intesa Sanpaolo, Compagnia di San Paolo, Città metropolitana di Torino e dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil  - garantisce  una copertura economica nel corso dei sette mesi che l'Inps potrebbe impiegare a corrispondere le indennità di cassa integrazione, nei casi in cui l'impresa non sia in grado di provvedere direttamente. Essi infatti riceveranno dalla banca un anticipo della retribuzione netta mensile (fino a 874 euro per un periodo massimo di sette mesi e con un tetto massimo di 6mila 500 euro) senza alcun interesse o spesa aggiuntiva. La Città metropolitana, attraverso un apposito contributo di Compagnia di San Paolo, provvederà al pagamento degli interessi e dell’imposta di bollo correlata all’apertura del conto corrente sul quale sarà versato l’anticipo della cassa integrazione.
Cgil Cisl Uil Torino continueranno, come negli anni precedenti, a fare da tramite tra i lavoratori e le lavoratrici che intendono richiedere l’anticipo e Intesa Sanpaolo, per rendere agevole e tempestiva l’erogazione degli importi previsti dall’accordo.
“L’accordo -  commenta la sindaca della Città metropolitana di Torino, Chiara Appendno - rientra tra le attività dalla Città metropolitana stessa per supportare il mercato del lavoro locale e le fasce più deboli della popolazione. Siamo grati al sistema bancario torinese per l’impegno nel  
promuovere questa iniziativa di sostegno sociale alle famiglie in difficoltà”.
 “Cgil, Cisl e Uil Torino valutano positivamente il rinnovo di tale convenzione - affermano le rappresentanti delle segreterie firmatarie dell’accordo  - come strumento di sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici in un momento di difficoltà lavorativa ed economica, e apprezzano la disponibilità di Intesa Sanpaolo ad accogliere le richieste, promosse dalle organizzazioni sindacali, di ampliamento della platea di lavoratori interessati”.