Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 21 giugno 2018

Leini - Arriva il circo in città ed è polemica. Ma dai controlli dell'ASL TO4 per gli animali è tutto a posto


L'arrivo del circo a Leini ha già innescato qualche polemica. Sui social qualcuno ha
Gabriella Leone
già espresso la sua contrarietà a vedere animali in gabbia, usati per lo spettacolo. E, c'è chi ha anche chiesto al Comune di non concedere l'autorizzazione A questo proposito oggi intervengono la sindaca, Gabriella Leone e l'assessora 
Raffaella Arzenton: “L’Amministrazione comunale condivide la contrarietà alle iniziative che sfruttano gli animali. Non a caso tempo addietro aveva approvato una delibera di Consiglio incentrata sul benessere degli animali. Esiste, però, una legge nazionale, cui gli enti inferiori (come appunto i Comuni) si devono attenere, e che tutela i circhi (compresi quelli con animali) e le loro attività. Una norma comunale deve sottostare ad una legge dello Stato: i Comuni che vanno contro questa norma incorrono nei ricorsi da parte dei circhi, e nelle opportune sedi risultano soccombenti".  Il Comune di Leinì, attraverso i suoi uffici, ha fatto quanto era in suo potere: richiesto tutte le certificazioni europee (norme C.i.t.i.e.s.) e ha fatto svolgere tutti i controlli del caso dall’ufficio veterinario dell’Asl To 4. Risultato? Le metrature necessarie al benessere animale sono state rispettate. "L’Amministrazione auspica che quanto prima possa essere emanata una legge nazionale  - conclude la sindaca - che disciplini la materia, e che permetta ai Comuni di poter procedere, anche negando l’autorizzazione ai circhi con animali, senza rischiare di dover subire dei ricorsi che li vedrebbero sconfitti”.