Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 13 giugno 2018

Mappano - L' Apri chiede l'intitolazione di una via a Louis Braille

L'APRI, l'associazione ipovedenti e retinopatici chiede al sindaco, Francesco Grassi di intitolare una via a Louis Braille. ."So che l'orientamento della Giunta è quello di privilegiare intitolazioni a figure femminili" - riconosce il presidente APRI-onlus, il mappanese Marco Bongi - "Si potrebbe però fare una eccezione. In alternativa proponiamo comunque la grande educatrice sordo-cieca americana Elene Keller, la protagonista del celebre film Anna dei Miracoli". 
Marco Bongi
Louis Braille (1809-1852), è universalmente conosciuto per l'invenzione dell'alfabeto tattile utilizzato, in tutto il mondo, dalle persone non vedenti. 
"Tale iniziativa rappresenterebbe indubbiamente, al di là delle diverse appartenenze associative - prosegue Bongi -  un gesto di attenzione verso la categoria ed un riconoscimento ad una figura importante che si è battuta per il superamento delle barriere culturali connesse alla mancanza della vista. Tale personalità, riconosciuta come grandissima da tutti i non vedenti, visse tutta la sua esistenza nella più assoluta semplicità e umiltà. Morì a soli quarantatrè anni senza poter assistere al grande successo della sua invenzione". 
La richiesta dell'APRI è stata già accettata da Settimo, per la dedicazione di una nuova via, e da Torino, Venaria  ed Asti, che hanno intitolato invece un giardino.