Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 22 giugno 2018

Mappano - A settembre don Appendino va in pensione e a Mappano torna don Pier che gestirà oltre la parrocchia di Leini anche quella mappanese

Quando aveva scelto la strada delle missioni, per i parrocchiani di Mappano era stato
Don Pierantonio Garbiglia
Don Antonio Appendino
un duro colpo. Ma don Pierantonio Garbiglia,  don Pier per tutti, amatissimo e senza dubbio il più originale  parroco  che lallora frazione avesse mai avuto, aveva deciso e per un lungo periodo rimase in Brasile.  Ora a sorpresa torna parroco di Mappano. Oltre la parrocchia di Leini, da settembre, quando don Antonio Appendino andrà in pensione, reggerà anche quella di Mappano. Lo ha annunciato ieri sera, giovedì 21 giugno, il vicario distrettuale durante il Consiglio pastorale.  Con la modifica prevista delle unità pastorali, infatti, la parrocchia mappanese entra a far parte di quella di Leini e don Pier si trova così a diventare l'amministratore incaricato anche di Mappano. Insomma, due grandi parrocchie per don Pier che dopo l'annuncio del vicario ai mappanesi come lui stesso scrive sulla sua pagina Facebook ha preferito fare come Gesù e andarsene sui monti.  Sarà certo un grande impegno ma don Pier conosce molto bene la realtà mappanese e la comunità da sempre lo segue e lo stima. Un ruolo fondamentale  e primario lo avrà il diacono Matteo Suozzo,
già presente in parrocchia da alcuni anni. Nato il 17 giugno 1966 è stato ordinato sacerdote il 1 giugno 1991. Dopo un incarico come vice parroco a Ciriè è approdato a Mappano, dove tra l'altro si è battuto senza risparmio di energie per la costruzione della nuova scuola materna San Michele, una realtà importante per i mappanesi. Dopo un periodo passato in Brasile come missionario, don Pier tra il 2012 e il 2013 ha retto le parrocchie di Andezeno, Montaldo Torinese e Arignano. Il 22 settembre 2013 è arrivato a Leini in sostituzione di don Carlo Fassino.