Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 16 giugno 2018

Torino - Ai Giardini Reali arriva il "Villaggio Coldiretti" per scoprire il cibo Made in Italy. Menù a 5 euro



Torino capitale del cibo Made in Italy. Il capoluogo subalpino è, infatti,  stato
Matteo Salvini con il presidente
Coldiretti Roberto Moncalvo
scelto per far conoscere il contributo dell’agricoltura alla storia e allo sviluppo del Paese, con il "Villaggio contadino" della Coldiretti inaugurato ieri, venerdì 15 giugno, fino a domani, domenica 17 giugno, con l’apertura straordinaria al pubblico dei Giardini Reali Superiori per l’esclusivo abbinamento tra cultura ed enogastronomia che rappresentano l’elemento trainante della vacanza Made in Italy. 
 
Una opportunità unica per vivere in città un giorno da contadino nella stalla con gli animali della fattoria, sui trattori, in sella ad asini e cavalli, nell’agriasilo con i bambini, nell’orto con le verdure di stagione ma anche scoprire i trucchi di bellezza delle nonne con l’agricosmetica, gustare le ricette tradizionali degli agrichef o acquistare direttamente dagli agricoltori esclusivi souvenir. L’unico posto al mondo dove tutti possono fare una esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano a soli 5 euro per tutti i menu  con i sapori antichi della tradizione, dal riso Carnaroli al basilico genovese Dop, dal Parmigiano Reggiano Dop al riso Sant'Andrea, dal gorgonzola Dop e nocciole del Piemonte Igp fino al riso Vialone nano Igp, dall’isolana e alla pasta di grano Senatore Cappelli ai condimenti all’amatriciana, al pesto, al  basilico, all’oliva taggiasca e Grana Padano.
Senza dimenticare l’innovazione con i salumi e la carne 100% italiana servita nelle bracerie e la pizza autenticamente tricolore, dalla farina all’olio, dal pomodoro alla mozzarella di bufala campana Dop ma anche il pesce ligure, lo street food green, gli agrigelati con latte d’asina e la torta di nocciole Piemonte Igp. E ancora birre agricole e degustazione di vini. Spazio al più grande mercato a chilometri zero con Campagna Amica, con aree dedicate alle categorie più deboli e alle specialità delle aree terremotate che saranno offerte dagli agricoltori colpiti dal sisma, in Piazza Castello. Solidarietà anche con l’iniziativa “La spesa sospesa” con la possibilità per i visitatori di lasciare pagati frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare della spesa a chi non può permettersela.
#STOCOICONTADINI (www.coldiretti.it) è anche una occasione unica per scoprire la Fattoria italiana, dalla mastodontica Piemontese alla minuta Pezzata Rossa Oropa fino alla Cabannina considerata a rischio di estinzione per i pochi animai ancora presenti, dal cavallo da tiro pesante all’asino di Martina Franca che è la più grande razza italiana, dalla pecora delle Langhe che stava scomparendo alla Sambucana dalla preziosa lana, ma anche il maiale nero di Parma, la capra di Roccaverano dal cui latte si ottiene la inimitabile Robiola di Roccaverano Dop. E ancora, le razze curiose di oche, anatre, conigli e galline come il Bionda Piemontese, detta anche bianca di Cavour, che animano la campagna italiana.