Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 13 luglio 2018

Leini - Uccide la suocera a martellate. Nessuna spiegazione per il suo folle gesto

Adele non ce l’ha fatta. È morta ieri pomeriggio, al Cto, dove era stata ricoverata qualche ora prima in condizioni critiche.
Adele Crosetto, 84 anni, poco prima delle 9 di giovedì, è stata colpita a morte con un martello dal genero Severino Bergamini, settantaduenne, nella sua casa di via Provana 21. È stato lo stesso Bergamini a chiamare i carabinieri, dicendo di avere ucciso la suocera, e a consegnarsi ai militari agli ordini del maresciallo Ivan Pira. Sul posto, oltre ai carabinieri, sono accorsi anche gli agenti della polizia municipale cittadina e i volontari del soccorso: la donna è stata trasportata in elicottero con un grave trauma cranico facciale al Cto, in un disperato tentativo di salvarle la vita. Ma ogni speranza si è vanificata nel corso del pomeriggio. E se non ci sono stati problemi nell’identificare l’arma del delitto e il responsabile dell’aggressione, starà ora agli uomini dell’Arma individuare le cause che hanno portato una conclusione così cruenta al rapporto tra genero e suocera, comunque mai troppo idilliaco, e reso ancor più aspro, negli ultimi tempi, a causa di un’eredità. 

Il luogo della tragedia

La vittima Adele Crosetto