Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

martedì 3 luglio 2018

Lombardore - Procedono a passo di lumaca i lavori di ripristino del tratto di Ssp460 chiusa fino allo svincolo di Leini dal 13 aprile per un cedimento dell'asfalto

Le attuali condizioni della strada

Procedono a rilento i lavori di ripristino della ex statale 460 nel tratto compreso fra Lombardore e lo svincolo di Leini. La strada era stata chiusa al transito ad aprile  per il
Diego Bili
cedimento dell'asfalto in corrispondenza di un attraversamento idraulico. Città metropolitana aveva decretato l'interdizione al traffico per tutelare l'incolumità degli automobilisti e  annunciato che per la metà di giugno sarebbe stata riaperta. Durante i lavori, il ritrovamento di amianto ha costretto a bloccare tutto. E' stato necessario un nuovo appalto per rimuovere il pericoloso materiale, insaccarlo e isolarlo. Così i lavori, appena iniziati, hanno subito uno stop durato settimane. Ora l'amianto insaccato e isolato è pronto per essere smaltito in un'apposita discarica (i ben informati, dicono in Germania) e i lavori ad essere ripresi. E' quello che si augura il sindaco di Lombardore (territorio che in questi mesi ha subito i maggiori disagi, oltre che un consistente aumento del traffico e dell'inquinamento atmosferico), Diego Bili: "temo che per la riapertura se ne riparlerà a settembre. Ad aprile si era parlato di almeno un mese e mezzo di lavori per il ripristino, direi che se i lavori riprendono anche subito, sempre un mese e mezzo ci vorrà, quindi dopo le ferie". Nel tratto interessato è prevista la sostituzione del pezzo di condotta a piastre multiple danneggiata con uno scatolare in cemento armato.


I sacchi di amianto recuperati dal sottosuolo del tratto stradale