Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 4 luglio 2018

Mappano - Gli consegnano la richiesta di comparizione oggi, ma in tribunale doveva presentarsi ieri


Se chi sbaglia paga, questa volta al comandante dei vigili una tirata d'orecchi non gliela toglie proprio nessuno. Consegnare un avviso in ritardo e far rischiare un'ammenda dal tribunale ad un cittadino che non si è presentato è certo un fatto non irrilevante. La storia è questa e araccontarla è Sabrina Pasqualetto: "Lo scorso mercoledi 26 giugno trovo nella buca delle lettere un avviso da parte della polizia municipale che chiede a mio marito di presentarsi presso la sede dei vigili a Mappano per la comunicazione di una notifica. Come unica data per il ritiro mercoledì 4 luglio. Cioè oggi" Fin qui nulla di strano. "Recatosi a ritirare questa notifica gli viene detto  - prosegue - che la citazione era per il giorno prima, ossia il 3 luglio, così senza neanche scusarsi del fatto che fosse stata consegnata in ritardo". La carenza di vigili a Mappano comincia a dare i suoi frutti avvelenati.

"Sull'avviso lasciato in buca, tra l'altro,  non c'era alcun riferimento telefonico - dice ancora - e ancor più grave, avendo la notifica in mano e sapendo che avrebbe dovuto presentarsi in tribunale il giorno 3, hanno ugualmente lasciato un avviso di ritiro per il 4, pur sapendo che era una richiesta di comparizione. Se ne sono, insomma, fregati altamente.  Questo è un fatto molto grave, senza considerare la scocciatura di dover chiamare in tribunale e spiegare le motivazioni per non essersi presentati e non incorrere in un'ammenda".  A questo punto chi ha peccato di superficialità  dovrà fare il mea culpa ed evitare che altre cose del genere possano succedere a danno dei cittadini.