Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 2 luglio 2018

Rivarossa, inaugurata la nuova sede della Protezione civile

Il gruppo di volontari
Il taglio del nastro

La disponibilità, la voglia di fare qualcosa per il prossimo, l’impegno, la costanza, la determinazione, quelli c’erano già prima. Di nuovo, da domenica scorsa, per il gruppo di Protezione civile di Rivarossa c’è la sede. Quella sede aperta a due passi dal Comune, rimessa in sesto dagli stessi volontari che ci investito tempo, risorse ed energie.
Al taglio del nastro, oltre ai volontari rivarossesi, erano presenti anche i rappresentanti dei gruppi delle zone vicine, e tutti coloro con cui il gruppo “La Torre” si trova a collaborare in caso di necessità: dai carabinieri ai Vigili del Fuoco all’Aib. La giornata di festa si è aperta al Ciapei, con il ritrovo dei partecipanti, ed è proseguita nella piazzetta vicino al Comune per la celebrazione della sede, e poi in sede, per il taglio del nastro e il rinfresco. Poi di nuovo al campo sportivo, per il pranzo e per la visita dei mezzi esposti. «Oggi è un giorno speciale per la nostra Protezione civile - ha sottolineato il sindaco, Enrico Vallino - L’inaugurazione di una nuova sede è un fatto importante. Una sede che ha preso vita grazie al lavoro dei volontari, che hanno sottratto tempo alle loro famiglie per rimettere in sesto l’edificio. In particolare, un grazie deve essere rivolto al capogruppo Michele Ferrara, non solo per il lavoro svolto per la sede, ma anche per aver tenuto insieme e fatto crescere, sia dal punto di vista dei numeri, sia da quello delle competenza, il nostro gruppo. Un gruppo che anche ieri, con la scusa di una mini esercitazione, ha approfittato per ripulire l’alveo del Malone da tronchi e rami che ne ostruivano il regolare decorso». A portare il suo saluto, anche il consigliere di opposizione Giovanni Amateis: «Presente a questa giornata come cittadino, come consigliere e come templare per portare il  mio saluto e il mio ringraziamento ai volontari, e a tutti coloro che hanno permesso di raggiungere questo importante risultato. A partire dal sindaco, che ha concesso la sede in comodato d’uso per venti anni ai volontari, al capogruppo, ai volontari». Parole di elogio sono venute anche dal presidente provinciale, Marco Fassero, e dal responsabile della logistica Angelo Campioni, prima del ringraziamento finale del capogruppo rivarossese.







L'alzabandiera

La preghiera del volontario


Il sindaco Vallino e il consigliere Amateis