Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 31 agosto 2018

Volpiano - Bruchi infestano il territorio, ma sono innocui per l'uomo e gli animali



Niente paura non è processionaria. Gli insetti che stanno infestando il territorio di Volpiano, in particolare la Vauda, sono defogliatori di origine americana. Sembrano la processionaria, ma non lo sono. La verifica effettuata dall'agronomo incaricato dal Comune, Dario Grua, ha però escluso che si tratti di processionaria, insetto che si manifesta in primavera e può provocare pericolose reazioni allergiche, bensì di Hyphantria cunea (Ifantria americana): "E'  un lepidottero defogliatore di origine americana  - garantisce l'agronomo - presente oramai da anni sul nostro territorio, inerme ed assolutamente innocuo sia per gli  uomini sia per gli  animali domestici".
Questo insetto, originario del Nord America, è stato segnalato per la prima volta in Lombardia all'inizio degli anni Ottanta e successivamente si è ampiamente diffuso nelle regioni del Nord Italia, dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia. La sua proliferazione è favorita dal clima, con inverni miti ed estati umide. "Il bruco della Ifantria - continua  - ha una persistenza limitata, dato che subito dopo la fase in cui provoca i danni si incrisalida bloccando ogni attività. La durata della fase di defogliazione varia, ma nel giro di 15 - 20 giorni il suo ciclo larvale si compie e con esso scompaiono anche i fenomeni più vistosi. In condizioni di infestazioni normali non si effettua alcun tipo di lotta accettando il danno da defogliazione come il minor male". Il Comune, inseguito alle segnalazioni dei cittadini si è comunque subito attivato. 
"Siamo intervenuti per valutare l'entità del fenomeno e i danni provocati. - Spiega l'assessore Andrea cisotto - Nei prossimi giorni interverremo con prodotti biologici sulle piante vicino alle scuole e nei giardini pubblici, più per eliminare il fastidio visivo che per l'effettiva pericolosità di questo insetto. Tagliare i rami colpiti in questa fase, come sottolinea l'agronomo, invece è del tutto inutile perché la presenza dei bruchi non è localizzata e tra qualche giorno diventeranno farfalle".

giovedì 30 agosto 2018

Lombardore - Oggi pomeriggio la 460 è tornata transitabile

La strada poco prima della riapertura
Dalle 16,30 la ex statale 460, tra Lombardore e Leini è tornata percorribile.
La prima auto a transitare
Sistemata la segnaletica verticale e orizzontale i tecnici di Città metropolitana hanno riaperto quel tratto tra lo svincolo di Lombardore e quello di Leini che era chiuso dal 14 aprile. Da quando cioè l'asfalto era collassato in corrispondenza d
i una condotta idraulica. Ci sono voluti quasi cinque mesi per rimettere tutto a posto e non è stato facile dal momento che sotto quei trenta metri di asfalto è stato necessario sostituire una condotta con uno scatolare a piastre multiple, ma prima ancora fare la bonifica dall'amianto con cui il sottofondo stradale era tato riempito. E, quando tutto sembrava in dirittura d'arrivo, a complicare ancora una volta le cose ci si è messo un altro imprevisto: la necessità di realizzare dei muri di contenimento nella scarpata, con pannelli prefabbricati. Risultato? Quasi cinque mesi per 30 metri di strada e ben 500mila euro di spesa. Ora però, finalmente il traffico potrà tornare sulla 460 e Lombardore che ha dovuto subirne i flussi, alla normalità.

I muri di contenimento della scarpata

Rubrica Il Collezionista . Viaggio nel collezionismo semplice . I biglietti della Lotteria (Terza e ultima puntata)

Salvatore Nicoletta Il Collezionista
Care amiche e amici concludiamo in questa puntata il nostro viaggio nei biglietti della Lotteria. Nella scorsa puntata abbiamo ricordato la nascita della Lotteria Italia a questa si affiancano nel tempo altre lotterie nate per ricorrenze di eventi storici, sportivi, di costume (carnevale) e varietà. I biglietti di queste lotterie sono abbelliti nella fattura da stupende immagini frutto della vena artistica di ottimi disegnatori. Le lotterie con il tempo si moltiplicano e da un'unica lotteria o da due emissioni annuali si passa alle attuali dodici emissioni con il gran lavoro da parte di noi collezionisti della ricerca di pezzi introvabili o perduti. Concludo con una riflessione che ho recuperato da un grande filosofo ed economista scozzese “Non è mai esistita e mai esisterà al mondo una lotteria perfettamente equa, tale cioè che il guadagno totale compensi la perdita totale, poiché il gestore non ne ricaverebbe niente”. Buona visione e alla prossima proposta nel collezionismo semplice! (Salvatore Nicoletta)





















mercoledì 29 agosto 2018

AAA.meravigliosi micetti orfani cercano casa



Sono bellissimi e simpatici. Hanno forse una ventina di giorni e hanno perso
la loro mamma. Sono cinque splendidi gattini che cercano solo qualcuno che possa prendersi cura di loro e amarli e loro sapranno ricambiare come nessun altro.
I felini tutto pelo sono animaletti domestici strepitosi. 
Uno studio condotto dall'Università del Minnesota rivela che possedere un micetto riduce stress ed ansia e perciò abbatte il rischio di disturbi cardiovascolari. Infatti le possibilità di avere un attacco di cuore sono ridotte del 40% se si ha un gatto.
Le fusa di un gatto non portano solo allegria al suo padrone, ma hanno anche funzioni curative. E' stato scoperto che le vibrazioni, che vanno dai 20 ai 140 Hz, abbassano la pressione del sangue, rinforzano le ossa, guariscono le lesioni a muscoli e legamenti e abbattono i sintomi della dispnea.
i gatti sono uno degli animali domestici più indipendenti e a basso mantenimento che una persona possa avere.
Amano badare a loro stessi e difficilmente porteranno i padroni allo sfinimento. Non serve portarli a fare una passeggiata, giocare con loro o coccolarli spesso 
I gatti sono amanti della pulizia, sono facili da addestrare, in particolare sull'utilizzo della lettiera. La loro naturale propensione ad essere puliti si estende anche alle loro abitudini 
Istintivamente, sono predatori di topi, ratti e altri roditori. Pur non potendo risolvere del tutto il problema dei parassiti, possono certo essere d'aiuto.
I gatti non sono creature esigenti. In effetti dormono ovunque, dalle 16 alle 20 ore ogni giorno.
Con i gatti intorno i bimbi della famiglia sviluppano un sistema immunitario più forte. Secondo alcuni ricercatori finlandesi, i bambini hanno meno possibilità di soffrire di allergie o problemi respiratori.
Sono compagni fantastici, insomma. Tra questi orfanelli potrete tranquillamente scegliere quello che più vi piace. Ma, ricordate: non sono peluche e meritano rispetto.
Chi fosse interessato può scrivere alla mail nonsolocontro@gmail.com

Lombardore - Domani riapre la Ssp460

Riapre nel pomeriggio di domani, giovedì 30 agosto, la strada provinciale 460 nel tratto compreso tra gli svincoli di Leinì e di Lombardore. Sono stati ultimati i lavori di ripristino del cedimento del manto stradale avvenuto nell’aprile scorso a causa del collassamento di una condotta idraulica. Dopo aver terminato la bitumatura e la posa delle barriere, nella mattinata di domani sarà ultimata la segnaletica orizzontale e verticale.  I lavori, che sono stati rallentati da alcuni imprevisti, sono consistiti nella sostituzione del tratto di condotta a piastre multiple danneggiata con uno scatolare in cemento armato. In questi mesi sono stati innumerevoli i disagi patiti dal Comune di Lombardore che si è visto riversare l'ingente traffico da e per i Canavese sulla Sp267 con aumento delle code, degli ingorghi e dell'inquinamento atmosferico.
Complicati i lavori di ripristino

Borgaro- Ecocentro di via Piemonte sventato dalla Polizia Locale furto materiale.


Nei giorni scorsi, durante un normale controllo di vigilanza del territorio, la pattuglia della Polizia Locale ha accertato la presenza illecita di alcune persone all'interno dell'area dell'Ecocentro di Via Piemonte in orario di chiusura. Le persone erano intente ad accatastare fuori dagli appositi spazi e contenitori del materiale con l'evidente finalità di rubarlo. La pattuglia intervenuta ha provveduto ad identificare in flagranza le persone presenti, una donna e quattro minori, per denunciarle a piede libero all'Autorità Giudiziaria per i reati di violazione di domicilio e furto. L'attività svolta è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza comunale che svolgono un importante compito di deterrenza e supporto alla indagini di polizia giudiziaria.Il Comandante Linarello esprime soddisfazione per l'azione compiuta dai suoi agenti. Gli investimenti in termini di sicurezza e la costante attività di vigilanza del territorio stanno portando i loro frutti.Il Sindaco Gambino ha espresso il suo vivo ringraziamento al Comando di Polizia Locale per il prezioso contributo che viene dato tutti i giorni ai cittadini borgaresi.

Borgaro – Terza festa dei Parchi Borgaresi appuntamento domenica 9 settembre.


Terza edizione della Festa dei Parchi Borgaresi domenica 9 settembre.  Ad organizzare la Festa il Comune di Borgaro e in particolare l'assessorato all'ambiente con il vicesindaco e assessore Federica Burdisso in collaborazione con il Comitato della Festa che al suo interno vede numerose associazioni locali già rodate : Circolo Berlinguer, Parole e Musica onlus , CDM, Comitato per la valorizzazione del Parco Don Banche, Cooperativa Operaia e Agricola di Borgaro e quest’anno ci sarà il contributo della dell'associazione dei piemontesi la Roa e quello prezioso della Pro Loco di Borgaro. Sarà anche questa un’edizione che vedrà al centro i parchi e giardini borgaresi sin dal mattino con la Camminata

non competitiva   lungo le vie e i parchi di Borgaro a partire dalle 10 con ritrovo alla Pista Pietro Mennea con il "Risveglio Muscolare Pilates " curato da Francesca Galdo e Simona Bellezza di Borgaro Fitness. Durante la Camminata ci saranno le cerimonie di intitolazione di due giardini, quello di via Lanzo dedicato a Peppino Impastato, giornalista e vittima della Mafia di cui ricorrono quest'anno i 40 anni dalla morte e quello di via Santa Caterina dedicato a Costantino Vianzone, artigiano borgarese che cento anni fa 1918 inventò la prima bicicletta tutta italiana. I personaggi ai quali dedicare i giardini sono stati indicati e proposti dal comitato che organizza la Festa alla commissione toponomastica comunale. Il clou della Festa si rinnova al Parco Don Banche dove terminerà la Camminata a mezzogiorno, che avrà un’altra gioiosa sosta al parco Arcobaleno di via Ciriè con "Esplosione di Colori" e il punto ristoro allestito dal Presidio soci Coop di Borgaro. Al pomeriggio come nelle edizioni passate la Festa vedrà protagonista il Parco Don Banche con iniziative promosse da alcune delle associazioni sportive Balabor Volley,'River Borgaro,Lo.Vi Basket,Atletica Venturoli, Borgaro Fitness, Walking Dog Scuola Calcio Borgaro 65, Mountain bike Venaria e Scuola Zen Mizu-No-Otoche aderiscono alla Festa e che utilizzeranno gli impianti esistenti. Oltre allo sport spazio alla musica con un fitto programma di esibizioni di gruppi del territorio, curato dal direttore artistico il cantattore Daniele Chiarella, in primis quelli del CDM e i Fanali di Scorta, Nevroglia e i Juke Bossa e anche spazio ai balletti con le Oriental Flames intorno alla ex fontana del Parco Don Banche riadattata per l’occasione. Ci sarà la possibilità anche da parte delle associazioni che lo vorranno di poter allestire dei banchetti informativi, il pic-nic libero con la presenza di un punto ristoro a pagamento dove non mancherà la possibilità di poter fare delle sfiziose merende.Terza edizione della Festa dei Parchi Borgaresi domenica 9 settembre.  Ad organizzare la Festa il Comune di Borgaro e in particolare l'assessorato all'ambiente con il vicesindaco e assessore Federica Burdisso in collaborazione con il Comitato della Festa che al suo interno vede numerose associazioni locali già rodate : Circolo Berlinguer, Parole e Musica onlus , CDM, Comitato per la valorizzazione del Parco Don Banche, Cooperativa Operaia e Agricola di Borgaro e quest’anno ci sarà il contributo della dell'associazione dei piemontesi la Roa e quello prezioso della Pro Loco di Borgaro. Sarà anche questa un’edizione che vedrà al centro i parchi e giardini borgaresi sin dal mattino con la Camminata
non competitiva   lungo le vie e i parchi di Borgaro a partire dalle 10
con ritrovo alla Pista Pietro Mennea con il "Risveglio Muscolare Pilates " curato da Francesca Galdo e Simona Bellezza di Borgaro Fitness. Durante la Camminata ci saranno le cerimonie di intitolazione di due giardini, quello di via Lanzo dedicato a Peppino Impastato, giornalista e vittima della Mafia di cui ricorrono quest'anno i 40 anni dalla morte e quello di via Santa Caterina dedicato a Costantino Vianzone, artigiano borgarese che cento anni fa 1918 inventò la prima bicicletta tutta italiana. I personaggi ai quali dedicare i giardini sono stati indicati e proposti dal comitato che organizza la Festa alla commissione toponomastica comunale. Il clou della Festa si rinnova al Parco Don Banche dove terminerà la Camminata a mezzogiorno, che avrà un’altra gioiosa sosta al parco Arcobaleno di via Ciriè con "Esplosione di Colori" e il punto ristoro allestito dal Presidio soci Coop di Borgaro. Al pomeriggio come nelle edizioni passate la Festa vedrà protagonista il Parco Don Banche con iniziative promosse da alcune delle associazioni sportive Balabor Volley,'River Borgaro,Lo.Vi Basket,Atletica Venturoli, Borgaro Fitness, Walking Dog Scuola Calcio Borgaro 65, Mountain bike Venaria e Scuola Zen Mizu-No-Otoche aderiscono alla Festa e che utilizzeranno gli impianti esistenti. Oltre allo sport spazio alla musica con un fitto programma di esibizioni di gruppi del territorio, curato dal direttore artistico il cantattore Daniele Chiarella, in primis quelli del CDM e i Fanali di Scorta, Nevroglia e i Juke Bossa e anche spazio ai balletti con le Oriental Flames intorno alla ex fontana del Parco Don Banche riadattata per l’occasione. Ci sarà la possibilità anche da parte delle associazioni che lo vorranno di poter allestire dei banchetti informativi, il pic-nic libero con la presenza di un punto ristoro a pagamento dove non mancherà la possibilità di poter fare delle sfiziose merende.














martedì 28 agosto 2018

Morbillo: l'allarme dell'Organizzazione Mondiale di Sanità. Nei primi sei mesi dell'anno, in Europa, oltre 41mila casi. Più di 2mila casi in Italia



E’ un vero e proprio bollettino di guerra quello pubblicato lo scorso 20 agosto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità: solo nella prima metà del 2018 è stato registrato il più alto numero di casi di morbillo dal 2010 ad oggi. Da gennaio a giugno, infatti, in Europa i casi di morbillo sono stati oltre 41mila, e almeno 37 le morti conseguenti l’infezione. E, l'Italia è tra i 7 Paesi in cui si è superato il migliaio di casi, con Ucraina, Francia, Georgia, Grecia, Russia e Serbia. La colpa è dell’abbassamento della percentuale di immunizzazione della popolazione.
Il virus, infatti,  non riesce a proliferare in una comunità in cui almeno il 95% della popolazione sia stato vaccinato. Questa immunizzazione, detta di “gregge” impedisce ai patogeni di circolare proprio perché circondati da soggetti immunizzati contro di essi. Inoltre protegge le persone più deboli (ad esempio i pazienti in chemioterapia) o che non possono essere immunizzate (i bambini con meno di un anno)
Prevenire il morbillo è semplice: bastano due dosi di vaccino trivalente MPR (morbillo-parotite-rosolia) da somministrare intorno all'anno di vita e con un "richiamo" attorno ai 5-6 anni. L’Istituto Superiore di Sanità riporta nel suo bollettino di luglio che in Italia, dal 1 gennaio al 30 giugno 2018, venti Regioni hanno segnalato oltre 2mila casi di morbillo, 4 decessi, e 14 casi di rosolia. “Il 91,3% dei casi – illustra il bollettino ufficiale dell’ISS – non era non vaccinato al momento del contagio, il 5,4% era stato vaccinato con una sola dose. Quasi la metà (48,9%) ha sviluppato almeno una complicanza, mentre il 59,5% dei casi totali è stato ricoverato. Inoltre, 87 casi sono stati segnalati tra operatori sanitari".

Caselle - Tutto pronto per la festa di Borgata Madonnina




Tradizionale festa della Borgata Madonnina ai nastri di partenza. La kermesse, organizzata dall'associazione "J'amis d'la Madunina" si svolgerà da venerdì 31 agosto a martedì 4 settembre. Una festa molto amata dai borghigiani e non solo che declina buon cibo, musica, giochi e una parte religiosa legata all'amore per la cappella. Il programma della manifestazione propone: venerdì 31 agosto alle 19 apertura dello stand gastronomico (disponibile per tutta la durata della festa); alle 21 nel padiglione coperto concerto dei Liberamenk, musica franco-provenzale. Sabato 1 settembre alle 20,30 rosario nella cappella con processione e  fiaccolata; alle 21 gara al punto, trofeo "Tony Baravalle"; alle 21,30 serata danzate con i The Kiss. Domenica 2 settembre alle  9,30 passeggiata musicale con la fanfara di Vallo Torinese; alle 10 messa solenne; alle 12,30 pranzo del Borgo (prenotare); alle 21,30 serata danzante con l'Orchestra del Canavese. Lunedì 3 settembre alle 21,30 serata musicale con l'Orchestra spettacolo Miki&I Simpatici; alle 22,30 Elezione di Miss Madonnina; alle 23 spettacolo pirotecnico. Martedì 4 settembre alle 20 Gran bollito alla Piemontese, cena su prenotazione (entro il 2 settembre/ 335964296)

lunedì 27 agosto 2018

Caselle - L'abbraccio degli alpini nel 95esimo anno di fondazione



La solidarietà degli alpini non conosce confini. E, neppure i valori di cui sono portatori. Perché in una società che quei valori li rifiuta, quando non li deride, è necessario riproporli.
Ed è proprio quello che farà la sezione ANA  di Caselle l'8 e 9 settembre quando festeggerà i suoi 95 anni di  fondazione, Un compleanno speciale come questo non può che essere festeggiato in maniera speciale. Ma, non banale. Non la solita festa, ma una manifestazione che già dalla scelta del suo logo, un simbolico e significativo abbraccio, vuole dire tante, tantissime cose. Tanto per cominciare vuole riproporre quei valori così importanti e fondamentali (sacrificio, disponibilità verso gli altri, solidarietà, impegno civico) per una società che continua a definirsi civile, ma spesso dimentica la sua umanità. Ecco quei valori che per gli alpini sono una parola d'ordine e non vuoti slogan e  luoghi comuni si riassumono in maniera forte e potente in quel logo, in quell'abbraccio alla comunità. Novantacinque anni sono un traguardo prestigioso, perchè il gruppo di Caselle è tra i più antichi della zona e oggi come ieri chi fa parte di quell'associazione (a Caselle gli iscritti sono 140) è sempre stato e sempre sarà un pilastro della comunità. Una presenza discreta e potente in tutti i momenti importanti della città. "Per questo non potevamo rimanere in disparte in questa occasione - conferma il vicesindaco Paolo Gremo -. Caselle non può non essere al fianco dei suoi alpini in un momento tanto importante della loro storia". E, il sindaco, Luca Baracco ha ricordato come la storia delle penne nere sia fortemnete intrisa della storia della nostra stessa nazione. E, dunque, altro non si può dire se non buon compleanno alpini di Caselle! 

Il programma messo a punto è ricco e articolato. Si inizia sabato 8 settembre alle 14,30 con il raduno di auto presso Palazzo Mosca; alle 15 esibizione motoristica "Muli&Cavalli" con proiezioni e musica in piazza Falcone; alle 18,30 messa nella sede degli alpini in via Bona; alle 19,30 cena nella sede e alle 21 "Serenate delle serrande non serrate" una spettacolare iniziativa offerta dall'associazione commercianti niente di meno che con la fanfara "Montenero".
Domenica 9 alle 9,15 ammassamento presso la sede di via Bona; alle 10 resa degli onori al vessillo sezionale e a seguire alzabandiera e inizio della sfilata per le vie cittadine con la fanfara "Montenero" e la filarmonica casellese "La Novella"; alle 10,40 deposizione di una corona al monumento dei caduti in piazza Europa e intervento delle autorità; alle 11,30 resa finale degli onori al vessilo sezionale; alle 12 rinfresco al Palatenda offerto dal gruppo Alpini di Caselle; alle 12,30 pranzo del 95esimo di fondazione e alle 18,30 ammainabandiera.