Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 8 agosto 2018

Pasquale Cavaliere: il politico anomalo al servizio della gente. Un ricordo a 19 anni dalla sua morte

Pasquale Cavaliere

Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo. Il ricordo di un uomo, scomparso ormai 19 anni fa, ma il cui amore vero e concreto per l’ambiente e per la giustizia è rimasto impresso in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Pasquale Cavaliere, che oggi avrebbe 60 anni, era un politico speciale, anomalo. Un politico al servizio della gente, un punto di riferimento per gli ambientalisti e non solo, sempre pronto a correre, anche tra i suoi mille impegni laddove era richiesta la sua attenzione. Memorabili sono state le sue battaglie per l’IPCA di Ciriè, la Eternit, l’Ecolinea di Leini, la fame in Africa, contro gli sprechi della politica e la politica del malaffare.
Secondo di 9 fratelli, arriva a Ciriè da piccolo insieme alla sua famiglia. Nel 1975 aderisce a Democrazia Proletaria e proprio a Ciriè organizza iniziative e fonda alcune pubblicazioni di controinformazione come Cheffare, L'altra Ciriè. Il suo amore e rispetto per l’ambiente è troppo forte e nel 1989 è tra i fondatori dei Verdi Arcobaleno. Prima consigliere comunale di Ciriè, viene poi eletto in Provincia, nel 1995 diventa anche consigliere regionale e nel 1999 entra anche nella segreteria nazionale dei Verdi. Muore a Cordoba in Argentina il 6 agosto 1999, si dice suicida, lasciando un vuoto incolmabile. Una tesi che non ha mai convinto: nel paese sud americano Cavaliere aveva certo numerosi nemici per essersi occupato in passato del problema dei Desaparecidos del regime dei colonnelli. Alla sua memoria, a Ciriè, gli è stata dedicata la piazzetta adiacente all'antica torre di San Rocco e a lui è anche stato intitolato l'Ecoistituto del Piemonte. Pasquale rimane vivo nella memoria di chi ha avuto la fortuna e l’onore di conoscerlo. Di chi ha potuto sperimentare la sua schiettezza, la sua etica politica, il suo amore per l’ambiente, il suo saper ascoltare la gente con la pazienza e l’impegno di chi i problemi vuole risolverli. Ciao Pasquale