Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 25 agosto 2018

Volpiano - Il sindaco De Zuanne chiede che i lavori sulla Canavesana siano conclusi entro dicembre



"Ancora una volta i sindaci dei Comuni interessati vengono a conoscenza di decisioni prese senza essere consultati prima e, dunque, senza la possibilità di fornire un contributo".
Emanuele De Zuanne
Protesta il sindaco di Volpiano, Emanuele De Zuanne. Sulla questione Canavesana si è svolta un nuovo incontro negli uffici della Regione con l'assessore ai Trasporti, Francesco Balocco, i sindaci, gli amministratori locali, i funzionari dell'Agenzia della mobilità piemontese e Gtt e ancora una volta gli enti terriotriali sono venuti a conoscenza di alcune decisioni già prese. La riunione aveva lo scopo di  approfondire le modifiche agli orari e la soppressione della fermata di Feletto (in alcune fasce orarie) in seguito all'obbligo di ridurre la velocità dei treni a 50 km/h (rispetto ai 70 km/h attuali), dopo il mancato rilascio delle autorizzazioni di sicurezza da parte di Ansf (agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria). "Bisognerebbe, ad esempio, tenere in considerazione tutte le ricadute sul territorio prosegue De Zuanne - come l'allungamento dei tempi di chiusura dei passaggi a livello che ha ripercussioni sulla viabilità. Per ovviare a questo problema si sarebbe dovuto realizzare il raddoppio da Settimo a Volpiano (peraltro già approvato e finanziato in passato) e utilizzare alcuni tratti già esistenti a doppio binario esterni alle stazioni (area Eni). È ovvio che ormai tali soluzioni sono impraticabili nel breve periodo, quindi chiediamo che i lavori necessari per riportare la velocità a 70 km/h (già ridotta rispetto ai 90-100 con i quali si era creato l'orario del sistema Sfm) siano assolutamente portati a termine entro dicembre, come dichiarato in questa sede da Gtt".