Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

lunedì 10 settembre 2018

Caselle: una marea di Penne nere per il 95° di fondazione


Per due intense e suggestive giornate, la città di Caselle, in occasione del 95° anniversario di fondazione del locale gruppo Alpini, si è pavesata a festa. Oltre un migliaio di Penne nere hanno partecipato all’evento commemorativo. Oltre 100 i gagliardetti alpini provenienti dai gruppi di tutta la regione. Più di 400 i partecipanti al pranzo Un unico grande abbraccio simbolico nei confronti di una delle più antiche e radicate associazioni presenti sul territorio casellese. Ma anche una grande festa per i 95 anni di vita, culminata nella tradizionale sfilata di penne nere lungo le principali vie del paese. Due intense giornate quelle dedicate al 95° di fondazione, accompagnate dalle note della fanfara “Montenero” e della banda musicale “La Novella”. Le principali piazze del Paese hanno fatto da cornice a diversi momenti, come quella dedicata all’esibizione motoristica “Muli & Cavalli”, ospitata in piazza Falcone, la tradizionale cena alpina si è invece svolta presso la storica sede. Ma è nella giornata di domenica che la città si è fermata a rendere omaggio ai suoi alpini. Una marea di Penne nere, ha pacificamente invaso le vie della città. Per poi raccogliersi ordinatamente in un lungo ed articolato corteo, alternato da vessilli e gagliardetti, labari ed associazioni, autorità civili e militari. Insomma una grande festa culminata con la sfilata alpina e la deposizione delle corone presso i vari monumenti ai caduti. Commosso da tanta partecipazione il capogruppo degli alpini di Caselle. “È per me un grande onore essere qui oggi a festeggiare il nostro 95° di fondazione. Innanzitutto vorrei dire un enorme grazie a tutti voi alpini dei gruppi limitrofi e non, che oggi avete dedicato parte del vostro tempo per festeggiare con noi questo avvenimento. Un grazie alla nostra Fanfara “ Montenero“ e alla nostra Filamonica “La Novella” per essere qui oggi con noi. Novantacinque anni sono indubbiamente un bel traguardo per tutti noi, frutto del grande lavoro che i miei predecessori hanno compiuto negli anni passati. Io cinque anni orsono, al 90° di fondazione, avevo criticato il nostro Comune che a detta di molti aveva un po’ trascurato i suoi alpini, beh, oggi dico grazie al nostro Sindaco Luca Baracco e al vice Sindaco Paolo Gremo. Devo ricredermi e dire un grazie di cuore per tutto ciò che in questi giorni è stato fatto per organizzare della Festa. Infine voglio ricordare il nostro presidente Gianfranco Revello che solo pochi mesi fa, come diciamo noi in gergo alpino, è andato Avanti. A lui che cinque anni orsono era qui con noi, vorrei regalare un saluto che arrivi fino al paradiso dove ora riposa in pace. Concludo con un Viva Gli Alpini e la nostra Repubblica Italiana”.