Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

mercoledì 21 novembre 2018

Volpiano - "Con i nostri occhi": il libretto scritto dai genitori di ragazzi con disabilità


Elisa Gigliotti
"Con i nostri occhi", è il progetto iniziato nel 2014 che ora riprende il suo cammino.  Questa iniziativa parte dalla convinzione che "la famiglia sia componente essenziale e insostituibile dell'educazione e possieda risorse e competenze che devono essere riconosciute dalle altre agenzie educative".
La proposta si rivolge soprattutto ai genitori di ragazzi con disabilità, ma non solo, poiché, come sottolinea la presentazione "tutti i genitori devono poter avere l'occasione di presentare i loro bambini con i propri occhi, perché ogni bambino è speciale e gli occhi di chi lo ha visto crescere nella realtà di tutti i giorni rappresentano un punto di vista imprescindibile". "Con i nostri occhi" si propone, in sostanza di realizzare, per ogni ragazzo che partecipa, un libretto scritto dai genitori con lo scopo di presentare il figlio a compagni di classe, docenti e famiglie,  utilizzando il linguaggio della quotidianità. Il testo, corredato da foto, si snoda attraverso temi come "Chi sono?", "Le cose che mi piacciono", "Modi coi quali comunico", "Modi coi quali puoi aiutarmi", "Quello che devi conoscere di me", "Quello che voglio tu sappia di me".
Il metodo  è diventato in molte realtà parte integrante dei percorsi di integrazione scolastica delle persone con difficoltà, in base ai protocolli stipulati tra scuole, Asl ed enti locali. A Volpiano viene gestito dall'Istituto Comprensivo ed è sostenuto dal Comune, attraverso l'Unione Net, e dalla Asl TO4. Si tratta di un progetto importante - commenta l'assessora alla Scuola Elisa Gigliotti - che permette di cambiare il punto di vista sulla disabilità, coinvolgendo direttamente le famiglie".